Il governo salva Mps e le altre banche a rischio

Via libera a tarda notte al decreto “salva-risparmio”. Il governo salva Mps e apre l’ombrello pubblico anche per le altre banche in difficoltà che lo richiederanno.
    Ci sarà “scudo pubblico” da 20 miliardi e un meccanismo per tutelare “al 100%” la clientela retail del Monte, dopo il fallimento del tentativo di aumento di capitale da 5 miliardi sul mercato.

Non ci sono invece nel provvedimento le altre misure per il settore, dal rinvio della trasformazione in spa delle popolari al trattamento fiscale delle imposte differite attive (Dta).

Gantiloni: “Rassicurati i risparmiatori”

Si tratta “di una giornata importante, di svolta” per Mps, “di rassicurazione per i suoi risparmiatori e per il suo futuro”: ha detto il premier Paolo Gentiloni al termine della riunione del governo, spiegando che il decreto consentirà di rafforzare il sistema bancario, attraverso il sostegno degli istituti in crisi sia sul fronte della liquidità che dei requisiti patrimoniali.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto