Natale a tavola: 3 ricette gustose per la Vigilia e il pranzo del 25 dicembre

Il periodo prenatalizio spesso si trasforma in una corsa contro il tempo, tra acquisto di regali e organizzazione di ricche tavolate in famiglia. Se non avete ancora pensato a cosa cucinare per le prossime festività o a come presentare le vostre prelibatezze, ecco per voi tre ricette tanto semplici quanto gustose.

a-trofie

Un primo piatto per la Vigilia: trofie zucchine e salmone

Ingredienti per 6 persone: 350 grammi di trofie, 700 grammi di salmone in trancio, 2 zucchine medie, una manciata di origano, 6 pomodori pachino, olio extravergine di oliva (tre cucchiai più quanto basta per cuocere il salmone). Si tagliano a julienne le zucchine e le si dispongono in una ciotola capiente. In una padella si cuoce poi – con poco olio – il salmone, dopo aver tolto l’eventuale pelle e averlo tagliato a cubetti.

Nel frattempo si cuoce la pasta in acqua bollita salata. Ultimata la cottura, la si versa nella ciotola con le zucchine e vi si aggiungono il salmone cotto, l’origano e tre cucchiai di olio extravergine di oliva; mescolando il tutto. Sul piatto di portata si decora infine la pasta con i pomodori pachino e si serve il piatto ben caldo.

a-faraona

Un secondo piatto per il giorno di Natale: faraona con la melagrana

Ingredienti: una faraona, 2 melagrane, 2 scalogni, 1 cipolla rossa, 4 bacche di ginepro pestate, 1 decilitro di vino bianco secco, due noci di burro, sale e olio extravergine di oliva quanto basta, 2 cucchiaini di pepe rosa. Dopo aver tagliato le melagrane in due parti, se ne sgrana una; mentre delle altre tre si filtra il succo passandole nello spremiagrumi. Si procede a marinare la faraona, versandola in una ciotola con il succo di melagrana, il vino, le bacche di ginepro e 1 cucchiaio di pepe rosa. La ciotola viene poi coperta con la pellicola trasparente e inserita in frigorifero per 2-3 ore. Trascorso questo tempo, la faraona viene sgocciolata e la marinata filtrata.

In una pentola si scaldano una noce di burro e poco olio; si aggiunge quindi la faraona e la si rosola per quattro minuti, girandola su entrambi i lati. In altra pentola si fanno soffriggere la cipolla e lo scalogno precedentemente tagliati a fettine; quindi si unisce la faraona, aggiungendo sale e versando un mestolo di marinata filtrata. La pentola viene poi coperta e lasciata sul fuoco per circa 50 minuti. Al termine, la faraona viene servita disponendola su un piatto unitamente alla salsa – ottenuta frullando il fondo di cottura con una noce di burro -, al pepe rosa e ai chicchi di melagrana.

a-centrotavola

Centrotavola natalizio con la pasta sfoglia

Ingredienti: 100 grammi di ricotta, 100 grammi di prosciutto cotto, 2 rotoli di pasta sfoglia, sale quanto basta e latte per spennellare, un bicchiere vuoto. Si frullano innanzitutto la ricotta e il prosciutto con un pizzico di sale, mettendo il composto da parte. Si srotola la pasta sfoglia, ricavandone formine natalizie diverse a coppie (stelle, alberelli, eccetera). Una sagoma per ciascuna coppia ottenuta viene poi farcita con il composto di ricotta e prosciutto prima di essere chiusa con l’altra metà di uguale dimensione, sigillandone i bordi.

Dopo aver rivestito una teglia da forno con carta da forno vi si dispongono le formine – alternate per forma e dimensione – in forma circolare, ponendo in mezzo un bicchiere vuoto per prendere la giusta distanza. Le si spennellano quindi con il latte. La composizione così ottenuta viene infine cotta nel forno preriscaldato, a 180 gradi per circa 15-20 minuti. Il centrotavola va servito una volta raffreddato.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto