Harry Potter: è la notte del maghetto, l’8° volume in vendita dalle 24

Il conto alla rovescia è agli sgoccioli. Stasera, venerdì 23 settembre, allo scoccare della mezzanotte, tante librerie italiane metteranno in vendita “Harry Potter e la maledizione dell’erede” (Salani, euro 19,80), ottavo libro della fortunatissima serie scritta da J.K.Rowling. Il libro è tratto dall’omonimo spettacolo teatrale il cui soggetto è della Rowling stessa, in collaborazione con John Tiffany e Jack Thorne. Messo in scena a Londra, sta registrando – come era inevitabile – il tutto esaurito.

a-harry03

Alle prese con il figlio Albus

Qui troviamo Harry ormai adulto, è impiegato al ministero della Magia e ha tre figli. Albus, il figlio minore avrà a che fare con la scomoda eredità magica che non vuole sapere di ricevere. Il resto lo potrete leggere direttamente sul libro.

a-harry02

L’indagine di Salani

Nel frattempo, l’editore Salani ha commissionato un’indagine Doxa per scoprire se il maghetto è gradito ancora e quanto ha influenzato la vita e i progetti dei lettori. Ne esce un quadro interessante, a cominciare dall’estesa fascia d’età dei “potteriani”, che va dai trentenni ai piccoli di 5 anni.

a-harry04

Chi era bambino nel 1998

I ragazzini che, nel 1998 – anno in cui inizia l’avventura editoriale della Rowling con “Harry Potter e la pietra filosofale” – hanno letto le vicende del maghetto, diventati adulti dichiarano di non avere mai interrotto il contatto con il personaggio e che tornano periodicamente i volumi della saga. Il lettore “potteriano” rivela di apprezzare il mondo magico della Rowling, ma anche – e soprattutto – di aver ricevuto dai romanzi un incentivo a valorizzare amicizia, coraggio, perseveranza, lealtà, rispetto, impegno e accettazione della diversità.

I piccoli lettori di oggi

Chi ha letto fra i tre e i sette libri della saga dichiara di essere stato “aiutato a crescere” e che l’incontro con il maghetto ha scatenato la passione per la lettura che si è mantenuta in età adulta, unita a curiosità e ricerca creativa. I piccolo lettori (il campione prende in considerazione la fascia 5- 13 anni, tra lettori e/o spettatori dei film) non sono da meno e dichiarano di amare Harry perché nelle storie c’è magia, avventura, coraggio, amicizia e la lotta tra il bene e il male.

“Grazie a lui ho vinto i bulli”

“Harry è curioso e impara sempre cose nuove ed è sempre positivo” , dichiara un bambino. “Il rapporto tra Harry e Malfoy mi ricordava il mio con alcune bambine bulle. Il libro mi ha resa più forte, mi ribellavo, non mi lasciavo fare i dispetti”, dice una ragazzina.

Chissà cosa ci riserverà ancora il maghetto, ora che, in questo ottavo libro, è un padre di famiglia? Lo sapremo quando mezzanotte scoccherà.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto