Happy Birthday non è della Warner: salvo il motivetto più famoso del mondo (video)

Non è di “proprietà” della Warner Music il celebre motivetto “Happy birthday”, quello che si canta alle feste di compleanno in tutte le lingue del mondo e la cui versione più celebre è di Marilyn Monroe nel corso della festa per i 45 anni dell’allora presidente degli Stati Uniti John Fitgerald Kennedy. Lo ha deciso la corte federale di Los Angeles che ha respinto la richiesta presentata dalla major per ottenere i diritti esclusivi.

Il motivetto composto nel 1893 da 2 sorelle del Kentucky

Quindi, secondo il giudice George King, la Warner Chappell Music non “possiede un copyright valido su Happy birthday” e dunque si conclude così una battaglia legale iniziata 2 anni fa. Semmai può vantare i propri diritti solo sull’arrangiamento, ma non sul brano, composto nel 1893 dalle sorelle del Kentucky Mildred e Patty Hill con il titolo originale di “Good morning to all”.

Il brano ormai è passato sotto pubblico dominio

Più recentemente la Warner aveva chiesto di pagare 1.500 dollari per il diritto di far eseguire “Happy birthday”. Ma i ricorrenti Rupa Marya e Robert Siegel hanno sostenuto che la canzone era ormai di pubblico dominio. Al momento nessun commento dalla Warner rimasta con un pugno di mosche in mano

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto