Omicidio di Elena Ceste: il Pm chiede 30 anni per il marito

Michele Buoninconti, il marito di Elena Ceste, deve essere condannato a trent’anni di carcere. È questa, almeno, la richiesta fatta dal pm Laura Deodato, al processo con il rito abbreviato nei confronti del vigile del fuoco, accusato dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della moglie.

Il marito era andato anche alla trasmissione “Chi l’ha visto?”, sostenendo che cercava una traccia della moglie scomparsa.

La prima doccia gelata gliel’ha fatta il Gip

Doccia gelata oer il marito di Elena Ceste. Il Gip ha disposto il giudizio immediato per Michele Buoninconti, accusato di omicidio e occultamento del cadavere della moglie (col marito e nella foto in basso).

aaaaelena

È questa la decisione del gip, Giacomo Marson, che ritiene sufficiente la raccolta di prove a carico dell’indagato e pertanto ha fissato la prima udienza in corte d’Assise per il prossimo il 1° luglio.

I due avvocati della difesa, Chiara Girola e Massimo Tortoroglio, hanno 15 giorni di tempo per chiedere il rito abbreviato che prevede lo sconto di un terzo della pena della pena.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto