Molise: Donato Toma presidente, vince il centro-destra

Ora è ufficiale. Donatso Toma – espressione del centro-destra con 10 liste collegate – è il nuovo governatsore del Molise. Va male ai 5Stelle che perdono diversi punti rispetto alle recenti elezioni politiche, anche se Andrea Greco, candidato del M5S, parla di “risultato storico a livello regionale”.

Finalmente si è concluso lo spoglio, andato in alcuni casi a rilento, delle schede delle 394 sezioni.

Toma, seconda quanto riporta ufficiosamente la Regione chiude al 43,46%, Greco (M5S) è al 38,50%, Veneziale (centro-sinistra) si ferma al 17,1%, Di Giacomo (Casapound) con lo 0,42%.

“Devo controllare il telefono – ha detto, sorridendo, Toma – ancora non so se mi ha chiamato il presidente Berlusconi, ma sicuramente ci sentiremo nel corso della mattina”.

 

In testa già a metà scrutinio

Ancora non si è concluso lo spoglio delle schede elettorali per le regionali del Molise. Sono soltanto 289 su 394 le sezioni che hanno completato finora le operazioni.

Donato Toma, candidato governatore del centro-destra (nella foto in apertura) mantiene un certo distacco su Andrea Greco (M5s, a sinistra nella foto). Al momento è al 45,07% con 50.058 voti. Greco si attesta al 37,12% con 41.219, Carlo Veneziale (centro-sinistra) è al 16,63% con 18.474 voti.

 

Così i voti di lista

Per quanto riguarda il voto di lista le cose stanno diversamente: il M5s è al 31,14%, Forza Italia al 9,47% supera la Lega all’8,24%, il Pd è all’8,63%.

I 5Stelle: “risultato storico”

“È un risultato storico a livello regionale. Forse il Movimento Cinque Stelle non aveva mai fatto così bene in un’elezione regionale. Siamo passati da due consiglieri a sei, sei persone che si batteranno per difendere le idee del Movimento e soprattutto per rendere onore ai cittadini che ci hanno votato. Io parlerei di risultato storico, non di fallimento”. Lo ha detto Andrea Greco, candidato governatore del Movimento Cinque Stelle alle regionali del Molise, ad Agorà su Rai3.

Giorgia Meloni: “Vittoria schiacciante”

“La schiacciante vittoria del centrodestra in Molise – commenta su Facebook Giorgia Meloni – con il fondamentale contributo di Fdi, unico partito che cresce rispetto alle politiche, è un’altra indicazione chiara per il Presidente Mattarella: gli italiani vogliono un governo guidato dal centro-destra e con un programma di centro-destra. Complimenti e buon lavoro al neo governatore Donato Toma! Ora a testa bassa per strappare anche il Friuli Venezia Giulia alla sinistra”.

 

Le notizie del 22 aprile

Si sono aperte alle 7 le operazioni di voto per le regionali in Molise, che avranno un effetto anche sulla formazione del nuovo governo, che gli italinai aspettano dal voto del 4 marzo tra mosse e contromosse delle principali forze politiche. Domennica prossi,a 29 aprile, si voterà anche in Feriuli Venezia Giulia e anche questo voto potrebbe avere ripercussioni nazionali.

I seggi in Molise stamattina sono stati aperti per 331.000 aventi diritto al voto che dovranno eleggere il successore di Paolo Frattura (Pd), presidente uscente. Si confrontano Greco (M5S), Toma (Centro-destra), Veneziale (Centro-sinistra), Di Giacomo (Casapound). Gli elettori molisani eleggeranno un consiglio composto di venti consiglieri più il candidato presidente che risulterà vincitore. I seggi verranno chiusi alle 23.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto