“Garko è tanta roba anche acciaccato”: le frasi che hanno messo nei guai la pm

“Ma Garko era bello? L’hai guardato anche per me?” chiede un’amica all’altra che risponde: “Eccome”. Sembrerebbe una normale conversazione su Facebook tra fan, ma la particolarità è che una delle due donne è un pubblico ministero della procura di Imperia, Barbara Bresci (nella foto sotto), la stessa che indagava sull’esplosione delle villetta di Sanremo che ospitava Gabriel Garko prima del festival e nella quale è morta la proprietaria, Maria Grazia Gugliermetti, 77 anni.

E poi, per essere ancora più chiara con la sua amica, aggiungeva: “È tanta roba pure acciaccato e in pigiama, da non sapere dove guardare”. Anche le Pm hanno un cuore, ma la Bresci queste frasi le ha pagate.

aaapmimperia

La vicenda segnalata dagli organizzatori del festival

Il post, ora non più visibile ma a lungo rimasto online, ha portato problemi al magistrato, a cui è stata tolta l’indagine e che si è visto oggetto di un procedimento disciplinare del Csm. A segnalare la vicenda sono stati gli stessi organizzatori del festival e la prima azione del procuratore capo Giuseppa Geremia è stato il passaggio dell’inchiesta al procuratore aggiunto Maria Grazia Pradella.

Il procedimento del Csm verte sull’obbligo della “continenza”

Barbara Bresci ha fatto ricorso e la sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura ha aperto un procedimento lo scorso marzo. Scopo: verificare se il pm ha violato l’obbligo di “continenza” (un suo dovere). Anche perché, oltre agli apprezzamenti fisici a Garko, c’era anche una “smentita” alla sua presunta omosessualità.

 

Prognosi positiva, Gabriel Garko a Sanremo ci sarà, già oggi fa le prove, le notizie del 4 febbraio 2016

Sanremo: Gabriel Garko ci sarà. L’attore, coinvolto nei giorni scorsi nell’esplosione della villa in cui alloggiava – costata la vita alla proprietaria dello stabile – è stato sottoposto oggi ai controlli per verificare le sue condizioni.

E lo stesso medico della Asl di Imperia che aveva formulato la prognosi di dieci giorni lo ha ritenuto idoneo, pur con le dovute cautele, a tornare al lavoro. Garko dovrebbe essere già oggi all’Ariston per prendere parte con Carlo Conti, Virginia Raffaele e Madalina Ghenea alle prove del festival, al via il 9 febbraio. La notizia è stata confermata dalla direzione di Rai1.

 

Il ricovero dopo l’esplosione: le notizie del 1° febbraio

L’attore è in ospedale a seguito di un’esplosione che ha causato il crollo parziale di una villa dove l’attore vive in questo periodo per preparare la partecipazione al Festival della canzone italiana. Garko sarebbe solo sotto choc, secondo i soccorritori, ma non è in gravi condizioni. È stato infatti giudicato guaribile in 10-15 giorni e in ambulanza ci sarebbe salito “con le proprie gambe”, hanno detto i soccorritori. Illesa la sua assistente.

Proprio Garko, in tarda serata, ha assicurato a Porta a Porta di Bruno Vespa, che parteciperà a tutti i costi, nonostante i dieci giorni di prognosi (il Festival inizia il 9 febbraio).

aaaagarbo2

L’ipotesi della fuga di gas

L’esplosione è avvenuta in villa della Rosa, nel quartiere residenziale del Solaro, in via Privata delle Rose. Sotto le macerie ci sarebbe una donna di 77 anni, Maria Grazia Gugliermetti, morta carbonizzata nell’incendio che si è sviluppato. Si tratterebbe della proprietaria che affittava una parte della villa a terzi per brevi periodi. L’esplosione questa mattina intorno alle 9. Secondo i vigili del fuoco, lo scoppio potrebbe essere stato causato da una fuga di gas mentre Garko era al primo piano della villa.

Detriti a 50 metri di distanza

Potente l’esplosione, che è stata sentita anche a distanza, mentre l’onda d’urto ha scagliato detriti e schegge a una cinquantina di metri dall’abitazione. Il pubblico ministero di Imperia Barbara Bresci, che ha raggiunto la villetta dov’è arrivato anche il sindaco Alberto Biancheri, ne ha disposto il sequestro della villetta per iniziare le verifiche del caso. Già nominato il perito.

aaaagarbo3

Il bollettino medico: “Abrasioni ed escoriazioni”

Il primo bollettino medico per l’attore è arrivato intorno alle 10.30. A emetterlo la Asl di Imperia, secondo cui “Garko non ha evidenti segni di trauma, ma abrasioni ed escoriazioni ed è sottoposto ad accertamenti” all’ospedale Borea di Sanremo. Trasferito in un hotel, la sua partecipazione al Festival di Sanremo, che si terrà dal dal 9 al 13 febbraio, non dovrebbe essere a rischio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto