Bambini: Per fare il ritratto di un pesce…

I pesci stanno nell’acqua. L’acqua più grande, la più estesa che viene alla mente è quella dell’oceano, quella del mare.
I pesci stanno nel mare. Nel mare ci sono le onde, le conchiglie, i granchi, le vongole e i cavallucci marini. E le giraffe? No è la perentoria risposta che viene naturale. E un elefante? Neppure. Una balena? Sì, quella nel mare la possiamo trovare.

 

Ma non si sa se arriverà…

Il testo di Pascale Petit si muove dentro una delicata cornice di immaginazione surreale e di poesia. Grazie alle belle tavole di Maja Celija , guardiamo la silenziosa e solitaria avventura di chi, intraprendente e paziente, si arrischia a fare il ritratto a un pesce che non si sa se arriverà.
Mentre seguiamo l’aspirante ritrattista di pesci, protagonista di “Per fare il ritratto di un pesce” (Orecchio Acerbo, 52 pagine, 15 euro) , cresce il mondo intorno a lui; tanto lui è silenzioso, tanto cresce l’allegro colore della gente, della spiaggia, del mare…
Libro insolito, certamente bello e accogliente, per lo snodarsi, pagina dopo pagina, di un immaginario che rassicura e sorprende. Dai 7 anni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto