“Tornate a casa vostra, musulmani”: bidello insulta una bambina a Rimini

Insulti razzisti nei confronti di  una bambina di dieci anni di religione islamica: è quanto è accaduto in una scuola elementare in provincia di Rimini, dopo i fatti di Parigi.

Un bidello ddovrà rispondere di questa accusa per aver affrontato nei corridoi dell’istituto un discorso sul numero di morti nella capitale francese.

A quel punto una ragazzina, straniera e musulmana, avrebbe sostenuto che i morti erano stati molti di meno rispetto a quanto affermato dall’uomo. Ma l’uomo, pur trovandosi di fronte solo a una bambina, l’avrebbe insultata dicendo “tornate a casa vostra musulmani”.

 

La frase sentita da una maestra

La frase è stata sentita da una maestra che ha riportato la calma e redarguito il bidello mentre l’istituto ha segnalato i fatti in Questura che, a sua volta, ha passato il fascicolo in Procura. L’uomo – riportano i quotidiani riminesi – rischia una denuncia per discriminazione, odio o violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi.

 

A Rimini manifestazione unitaria per la pace

Intanto ieri sera, in piazza Cavour a Rimini, c’è stata una manifestazione per la pace promossa dalla diocesi alla quale interverranno il vescovo, Francesco Lambiasi, la comunità musulmana presente a Rimini con l’Imam Murad e le istituzioni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto