Pane nero senza carbone vegetale? Eccovi due ricette

Il carbone vegetale nell’impasto del pane fa male?

Basta eliminarlo dalla tavola, seguendo per esempio le ricette che vi proponiamo per la preparazione del pane nero in cassetta o tradizionale.

Si tratta di un alimento ideale sia a colazione, accompagnato con marmellata; sia a pranzo, da farcire con formaggio e salumi.

 

La farina di segale ha un basso contenuto di glutine

Il suo ingrediente principale, la farina di segale, ha un basso contenuto di glutine e un’alta percentuale di crusca: per questo motivo il tempo di lievitazione risulta più lungo rispetto alla farina bianca.

Qui di seguito una ricetta che vi consigliamo.

 

Il pane nero di segale in cassetta: ingredienti

150 gr di farina manitoba

350 gr di farina di segale

4 gr di lievito di birra secco

10 gr di sale

400 ml di acqua tiepida

1 cucchiaino di miele

stampo da plumcake (da 25 cm)

 

Preparazione

In un contenitore si uniscono lievito e metà dell’acqua tiepida. Si aggiunge il cucchiaino di miele, amalgamando ulteriormente.

In una ciotola più grande si mescolano le due farine e si versa il composto con il miele, impastando il tutto. L’acqua restante, una volta sciolto il sale, viene aggiunta progressivamente all’impasto. Si lavora il tutto fino a ottenere una palla uniforme, da coprire con la pellicola per alimenti e da far lievitare fino al raddoppio del volume. Al termine, si lavora ulteriormente l’impasto lievitato ripiegandolo più volte a pacchetto su se stesso, fino a conferirgli una forma rettangolare. Si fodera lo stampo con carta da forno, vi si versa il composto e lo si copre con la pellicola trasparente. Lo si lascia lievitare per altre 3 ore, quindi si pone lo stampo in forno preriscaldato a 220 gradi, cuocendo per circa 35 minuti.

aaapanenerwonoci

La variante per un aperitivo: il pane nero di segale alle noci

Ingredienti: 500 gr di farina di segale, 1 cucchiaino di malto d’orzo, 20 gr di lievito di birra, 10 gr di burro a temperatura ambiente, 1 cucchiaino di sale, 320 gr di acqua, 100 gr di noci tritate grossolanamente.

Preparazione: si versa l’acqua – una volta stemperato il lievito – poco per volta sulla farina disposta a fontana (con un buco al centro). Si amalgama bene, aggiungendo poi il malto d’orzo e il burro. Si impasta energicamente per circa 10 minuti fino a formare una palla uniforme, che si lascia lievitare – in una ciotola imburrata – fino al raddoppio del volume.

 

Al termine si fa lievitare per un’altra ora

Al termine, si sgonfia l’impasto lievitato e vi si aggiungono le noci. Si conferisce al composto la forma che si desidera (unica pagnotta, tanti panini, ecc.), facendolo lievitare ulteriormente per un’ora. Lo si dispone quindi in forno preriscaldato e lo si cuoce a 180 gradi per circa 45 minuti.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto