Sì europeo alla pillola del giorno dopo senza ricetta

Importante novità dall’Europa. L’Agenzia europea dei farmaci (Ema) ha detto sì alla possibilità di rendere disponibile il contraccettivo di emergenza a base di ulipristal – meglio noto come la pillola efficace fino a 5 giorni dopo – senza il bisogno della ricetta medica.

Il farmaco sarebbe così disponibile direttamente in farmacia senza obbligo di prescrizione da parte del medico e la decisione dovrebbe essere applicata in tutti gli Stati membri europei nel 2015. L’annuncio è pubblicato sul sito dell’Ema.

 

L’Ema: “Contraccettivo d’emergenza”

Il farmaco, spiega l’Ema, è ”un contraccettivo d’emergenza usato per prevenire gravidanze indesiderate se assunto entro 120 ore (5 giorni) da un rapporto sessuale a rischio, e agisce prevenendo o ritardando l’ovulazione. Il farmaco è più efficace se assunto entro le 24 ore”. Dunque, sottolinea l’Agenzia, ”rimuovere il bisogno di ottenere la prescrizione dal medico dovrebbe velocizzare l’accesso delle donne a tale medicinale e quindi aumentarne l’efficacia”.

 

Ora andrà al vaglio della Commissione europea

La raccomandazione dell’Ema, che sottolinea come questo farmaco ”può essere utilizzato in modo sicuro ed efficace senza prescrizione medica”, passerà ora al vaglio della Commissione europea per la decisione finale legalmente vincolante.

 

La storia di questa pillola

Il farmaco a base di ulipristal acetato prodotto dall’azienda HRA Pharma, è stato approvato in Europa con l’obbligo di prescrizione medica alla fine del 2009. È stato poi lanciato negli Stati Uniti nel 2010 dopo la sua approvazione da parte della FDA (Food and Drug Administration). Negli ultimi 5 anni, afferma l’azienda, il farmaco è stato già utilizzato da più di 3 milioni di donne in 70 paesi. ”Tale approccio – afferma Erin Gainer, amministratrice delegata di HRA Pharma – probabilmente renderà possibile un rapido accesso alla contraccezione d’emergenza a più di 120 milioni donne in tutta Europa”.

 

Gravidanze indesiderate

E secondo Anna Glasier, esperto di salute riproduttiva della donna presso l’Università di Edinburgo (Scozia), ”le donne hanno la necessità di poter accedere alla contraccezione d’emergenza il prima possibile in modo da avere la migliore opportunità di evitare una gravidanza indesiderata; è una questione di salute pubblica”. Altri contraccettivi di emergenza a base di un altro principio attivo, il levonorgestrel (efficaci fino a 72 ore dopo il rapporto a rischio), precisa l’Ema, hanno già uno status di farmaci senza prescrizione medica, in 23 paesi europei.

 

In Italia finora c’è bisogno del medico

Questi farmaci necessitano invece di prescrizione medica in Italia, Croazia, Germania, Grecia, Ungheria, Liechtenstein e Polonia.

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto