L’ex moglie di Della Noce: “Si è rovinato con un’altra donna, io non c’entro”

Dopo la solidarietà arriva per Marco Della Noce la condanna di chi lo conosce bene. Si tratta della sua ex moglie che, dopo alcuni giorni di silenzio, si fa sentire tramite il suo avvocato.

L’attore – fa sapere la sua ex – “è finito sul lastrico esclusivamente a causa del suo stile di vita irresponsabile e non per la separazione”. È quanto afferma l’ex moglie del comico di Zelig ridottosi a dormire in auto per problemi economici.

“Ha sperperato i suoi soldi…”

Marco Della Noce “Ha sperperato i suoi soldi in maniera irresponsabile, dal 2013 non contribuisce al mantenimento dei figli e ha evaso le tasse per diversi anni”, ha aggiunto la donna per bocca del suo legale.

L’avvocato: “Ha detto molte cose non vere”

L’avvocato Andrea Natale ha poi accusato Della Noce di aver rilasciato “molte dichiarazioni che non corrispondono a verità” e ha ricordato che la separazione dalla moglie è avvenuta nel 2007.

Per oltre 12 anni ha avuto un’altra donna

“Per oltre dodici anni ha avuto un’altra relazione affettiva, dalla quale è nata una terza figlia”.

“L’attore – ha proseguito il legale della donna – ha sperperato quanto accumulato nei momenti più felici della propria carriera per ragioni che nulla hanno a che vedere con la separazione” e “anche nel momento in cui era all’apice della propria carriera, è sempre stato restio ad adempiere ai propri obblighi di mantenimento dei figli”.

“Nessuna finalità demolitrice”

Da parte dell’ex consorte di Della Noce non esiste quindi “alcuna finalità demolitrice verso l’ex coniuge”. La donna, a detta dell’avvocato, non ha promosso “nessuna iniziativa esecutiva che ha riguardato la partita Iva, ma piuttosto eventuali crediti da lui goduti verso terzi”. “Peraltro ogni iniziativa si è rivelata vana per cui non si comprende come Della Noce possa affermare che il suo stato attuale dipenda dalle iniziative della mia assistita”.

 

La solidarietà di Bisio e del mono dello spettacolo: le notizie del 20 ottobre

Il mondo dello spettacolo gli ha girato le spalle quando è caduto così in disgrazia da finire a dormire in macchina? È scattata una gara di solidarietà per il comico di Zelig Marco Della Noce sono stati tanti cittadini comuni, ma tra i volti noti c’è Claudio Bisio (insieme nella foto di apertura), uno dei conduttori più celebri della trasmissione di Mediaset e una delle menti che stanno ideando la gara. Il racconto lo fa un collega di Della Noce parlando della telefonata, anzi delle telefonate ricevute, fra le quali quella di Bisio.

“Ci ha commossi”

“Si sono fatti sentire tutti, mi hanno commosso. Del resto, sono sempre andato d’accordo con tutti. Da questa mattina nella nostra chat di comici ‘Se li conosci li eviti’ non parliamo d’altro che della situazione di Marco e stiamo lavorando per aiutarlo” dice Giorgio Zanetti (nella foto sopra), protagonista delle prime edizioni di Zelig con il personaggio di Suor Letizia.

Alloggio provvisorio in un ostello

“Stiamo organizzando degli spettacoli e doneremo a lui il ricavato. Sono molto dispiaciuto per quello che sta vivendo e forse siamo già riusciti a trovargli una casa”, ha aggiunto Zanetti. Per adesso è stato trovato un alloggio provvisorio in un ostello. “È già qualcosa”, dice con un sorriso.

Marco Della Noce di Zelig: “Rovinato dopo la separazione dormo in auto”, le notizie del 19 ottobre 2017

“Mai avrei pensato che, dopo trentacinque anni trascorsi a fare ridere la gente, mi sarei trovato a piangere per una situazione veramente difficile che non auguro a nessuno”. Lo dice Marco Della Noce, il cabarettista di Zelig famoso per aver interpretato, tra gli altri personaggi, il capo meccanico della Ferrari, racconta il drammatico periodo che sta attraversando.

Chiesto aiuto ai servizi sociali

Il celebre comico, riporta oggi “Il Giorno”, è stato sfrattato dalla sua abitazione di Lissone (Monza-Brianza) e ora è costretto a vivere in macchina. A causa delle precarie condizioni economiche ha chiesto aiuto ai servizi sociali ma, in attesa di trovare una sistemazione, è rimasto in mezzo alla strada. I guai finanziari sono iniziati dopo la separazione dalla moglie, che ha chiesto gli alimenti per i figli e un pignoramento della partita Iva, un vero “fulmine a ciel sereno”, stando a quanto racconta l’attore.

“Mi hanno ignorato tutti”

“Un provvedimento che ha avuto conseguenze tanto che ha quasi azzerato la mia visibilità professionale. Le televisioni e le agenzie mi hanno chiuso la porta in faccia così come molti colleghi hanno preferito ignorarmi. I giudici mi hanno segato il futuro lavorativo”. Il comico ha quindi presentato ricorso, del quale attende ancora il responso. Tanto che ora, senza soldi e senza lavoro, è caduto in depressione: “In questo momento sono in cura presso l’ospedale di Niguarda. Sto vivendo un dramma interno che mi lacera. Fortunatamente ci sono i miei tre figli ai quali voglio un bene dell’anima. Sono loro la vera forza che mi fa andare avanti”.

“I papà soli sono i nuovi poveri”

Nel frattempo l’associazione Papà Separati Lombardia Onlus si è schierata al suo fianco: “Purtroppo”, ha affermato il vicepresidente Renato Aprile, “i papà separati rappresentano i nuovi poveri della nostra società. Mogli pretenziose e l’accanimento dei giudici creano delle situazioni veramente drammatiche”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto