Migrante ucciso perché rubava meloni, fermati il proprietario e il figlio

Un cittadino del Burkina Faso, Mamoudou Sare, 37 anni, è stato ucciso con due colpi di fucile mentre tentava di rubare meloni in un fondo in località Vaccarella, nel territorio di Lucera, in provincia di Foggia. Per l’omicidio sono stati fermati il proprietario del fondo, Ferdinando Piacente, 65 anni, il figlio Raffaele, 27. Sono accusati di omicidio in concorso, tentato omicidio in concorso e porto illegale di armi. I due avrebbero anche ferito un connazionale della vittima, Adam Kadago, ricoverato in prognosi riservata agli Ospedali Riuniti di Foggia. E avrebbero sparato a un terzo extracominitario.

 

aaaacampo

Gli spari dopo una colluttazione

I carabinieri del Comando provinciale di Foggia, che indagano sull’episodio, stanno cercando di appurare se i fatti si siano svolti secondo quando sembra dalle prime ricostruzioni: uno degli stranieri, sorpreso dal figlio a prendere i frutti, avrebbe colpito il giovane e il padre a quel punto sarebbe intervenuto a propria volta venendo raggiunto al volto forse da un pugno. A quel punto avrebbe imbracciato il fucile facendo fuoco. sia stato il proprietario del fondo a fare fuoco.

Nella foto qui sopra: il campo dove è avvenuto il delitto, ripreso dai carabinieri.

 

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto