Palinuro: recuperati due dei tre corpi, uno dei soccorritori finisce all’ospedale

È stato recuperato dagli speleosub dei vigili del fuoco anche il secondo dei corpi dei sub individuati ieri a 48 metri di profondità. Dopo quello di Mauro Cammardella, è stato riportato in superficie il corpo di Mauro Tancredi. Proseguono le ricerche del terzo sommozzatore scomparso, Silvio Anzola, milanese.

Una critica sulla prevenzione

Secondo Giovanni Nanni, direttore regionale dei Vigili del Fuoco, “incidenti di questo tipo possono avvenire a Palinuro come altrove. Qui, però, la macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione”. ”Episodi del genere – aggiunge il comandante dei Vigili del Fuoco di Salerno, Emanuele Franculli – devono solo far riflettere. Bisogna non dimenticare mai che la formazione e la prevenzione sono fondamentali”. La critica, però, è troppo criptica. Almeno due delle tre persone scomparse a Palinuro avevavno, infatti, molta esperienza di immersioni.

a-agrotte

Un soccorritore di Roma finisce all’aopsedale di Salerno
Uno degli speleosub che ha recuperato il corpo di Mauro Tancredi, il sub rimasto intrappolato venerdì mattina in un cunicolo della grotta della Scaletta a Palinuro, frazione di Centola (Salerno), ha avuto un malore una volta giunto nel porto.

Lo speleosub di Roma ha avvertito un forte dolore alla spalla, dovuto, probabilmente, allo sforzo di portare a galla il corpo di Tancredi. Il soccorritore, sui trent’anni, della sezione di Roma dei Vigili del Fuoco, è stato portato con un elicottero nell’ospedale di Salerno per gli accertamenti.

Domenica 21 agosto trovato il primo corpo

Palinuro: è stato recuperato il primo dei tre corpi dei sub morti in mare per cause ancora sconosciute. Il recupero – reso difficile dalla scarsa visibilità per il fondo limaccioso – è avvenuto nella mattinata di domenica 21 agosto. Il corpo recuperato è quello del proprietario della Mauro Sub, Mauro Cammardella.

I corpi recuperati via via potrebbero poi essere portati all’ospedale di Vallo della Lucania per l’autopsia, sperando che aiuti a comprendere le cause della tragedia del mare.

Sul posto ci sono anche il sostituto procuratore Vincenzo Palumbo e il medico legale Adamo Maiese, che effettuerà un primo esame esterno dei corpi.

Morti nella frazione di Centola

Tre sub sono morti nelle acque di Palinuro, nella frazione di Centola, in provincia di Salerno. I corpi di due dei tre sub sono sono stati individuati nel primo pomeriggio di sabato 20 agosto. Si tratterebbe di Mauro Tancredi e di Silvio Anzola (sono il secondo e il terzo da sinistra della foto qui sotto).

a-subtre

Le operazioni di recupero sono difficili perché i corpi si trovano ad una profondità di 45-50 metri.
Nel porto turistico di Palinuro è stata approntata una camera iperbarica per fronteggiare i rischi legati ad un’eventuale embolia dei sommozzatori dei vigili del fuoco impegnati nelle ricerche.

Erano tre sub amici tra loro e molto esperti

I tre sub scomparsi ieri – Mauro Cammardella, Mauro Tancredi e Silvio Anzola (nella foto in apertura) – erano molto esperti in immersioni subacquee a detta di chi li conosceva. Erano in acqua da ieri mattina ore 10 ed erano impegnati in una immersione “a parete”, nei pressi di Cala Fetente, uno degli angoli più suggestivi della costa salernitana.

a-apalinuro

Ancora ignote le cause della tragedia

Ancora non si sa esattamente cosa sia accaduto ieri pomeriggio. Lo stesso sindaco di Palinuro, Csrmelo Stanziona, aveva alimentato la speranza che i tre sub avessoro trovato riparo in una bolla d’aria in cui potevano aver trovato riparo, . Ma la speranza ha lasciato ben presto il posto al dolore, quando i corpi sono stati individuati in una grotta profonda 45 metri, che solitamente non è meta di immersioni essendo il punto profondissimo.

a-asubuno

Morto anche il titolare del Centro
I tre sub i cui corpi sono stati individuati in una grotta di Palinuro sono Mauro Cammardella (nella foto sopra), titolare, proprio a Palinuro, del Centro diving Mauro Sub; Mauro Tancredi, sempre del posto, e Silvio Anzola, di Milano.

 

a-centro

Un istruttore molto esperto
Cammardella, secondo quanto si legge sul sito della Mauro Sub, è “istruttore Padi, Cmas e Dan, svolge l’attività subacquea con grande passione, professionalità ed infinita pazienza, profondo conoscitore dei fondali e delle grotte di Capo Palinuro, ove s’immerge tutti i giorni dell’anno, anche nei periodi più freddi. Si avvale di un Team di istruttori e guide specializzati in grotta, tutti accomunati da una grande passione per il mare”.

 

a-anzola

Il battesimo sub della figlia di Anzola

Silvio Anzola, la vittima di Milano, pochi giorni fa, lo scorso 16 agosto, aveva accompagnato la figlia nel suo “battesimo subacqueo’. Sulla pagina Facebook “Mauro Sub Capo Palinuro”, non solo si sta diffondendo la notizia della morte dei sub, ma ci sono anche le foto del “battesimo” della figlia di Anzola, postate proprio da Cammardella che parla di “emozione indescrivibile del papà”.
  È la foto che vedete qui sopra, mentre in basso c’è la foto di Anzola senza attrezzature da sub.

a-asubanzola

Nella foto al centro, invece, gli istruttori della Mauro Sub, il video in basso fa parte delle escursioni del Centro è stato postato sul sito del Centro diving Mauro Sub.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto