Scuola, pubblicato il bando per le assunzioni: è on line qui

Scuola: entra nel vivo il piano straordinario assunzioni. È stato infatti pubblicato sul sito del Miur (ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) il bando per iscriversi alla procedura nazionale prevista dalla riforma della “Buona scuola”. Per presentare la domanda c’è tempo dalle 9 del 28 luglio alle 14 del 14 agosto 2015.

Il ministro: “A breve faq per i quesiti più frequenti”

In totale i nuovi posti banditi dalla procedura sono 55.258, di cui 6.446 destinati al sostegno. Si aggiungono i 36.627 posti non assegnati (di questi 14.747 di sostegno) e potenzialmente vacanti dopo la prima fase e rimangono poi altri 10.849 posti disponibili. Nel complesso, le assunzioni previste sono 102.734 e per avere istruzioni dettagliare, ha detto il ministro Stefania Giannini, “nei prossimi giorni renderemo disponibili alcune faq per rispondere alle domande più frequenti dei docenti coinvolti nelle procedure di assunzione. Sarà anche attivato uno spazio ad hoc sul sito con informazioni e documenti su tutte le fasi delle assunzioni”.

La partenza dalla “fase zero” alla “fase B”

Quella avviata adesso è chiamata dagli addetti ai lavori “fase zero” e i primi 36.627 posti saranno coperti attingendo alle Graduatorie a esaurimento (Gae) e delle Graduatorie dei concorsi. Nella “fase A”, invece, si entra nel pieno del piano straordinario di assunzioni della Buona Scuola con i 10.849 posti vacanti più quelli che non dovessero essere coperti nella fase zero. Degli ulteriori posti residui ci si occuperà nella “fase B”, gestita a livello nazionale (la precedente invece è affidata agli Uffici scolastici regionali, gli Usr). Ma per poter accedere a questo passaggio occorrerà aver partecipato al bando pubblicato dal Miur.

Indicare le province di preferenza

Il consiglio del Miur agli insegnanti interessati è quello di iscriversi comunque alla procedura nazionale. Inoltre occorre non dimenticare di mettere in ordine di preferenza le province d’Italia in cui si è disponibili a prendere servizio. Il tutto entro l’inizio dell’anno scolastico, dead line che il ministero vorrebbe rispettare nell’assegnazione degli insegnanti.

In ultimo arriva la “fase C”

Infine, l’ultima è la “fase C”, quella che prevede 55.258 posti destinati all’ampliamento dell’offerta formativa. Come nelle fasi precedenti, si rivolge agli iscritti alle Gae e alle graduatorie del concorso 2012 che hanno già presentato la domanda nella fase B e l’assegnazione avverrà in base al fabbisogno che le scuole esprimeranno tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto