Firenze, assolti gli stupratori, Giulia: “Dovevo morire?”

La procura generale di Forenze non ha presentato ricorso per Cassazione contro la sentenza della Corte d’appello con la quale sono stati assolti sei giovani accusati di aver violentato una ragazza nel 2008 a Firenze.In prima istanza i 6 ragazzi erano stati condannati.

Sono passati diversi anni. I termini per il ricorso sono scaduti il 18 luglio e la sentenza è diventata definitiva. Il rapporto avvenne in un’auto nei pressi della Fortezza da Basso. All’epoca gli imputati, italiani, avevano fra i 20 e i 25 anni, la ragazza 23. Ora la giovane, in una lettera paerta ai giudici, dice: “Io più credibile se morta”.

Condannata per i miei comportamenti sessuali

La ragazza, che per convenzione chiameremo Giulia, pubblica la sua lettera su un blog: Al di là del Buco – verso la fine della guerra fredda (e pure calda) tra i sessi.

Giulia afferma anche che sono stati assolti gli stupratori, mentre lei non è stata creduta in appello per i suoi comportamente sessuali, bisessualità inclusa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto