Conte alla New York University? “Non risulta”, dubbi anche su Vienna

Prima tegola su Giuseppe Conte, indicato come premier da Movimento 5 Stelle e Lega e a cui Mattarella non darà l’eventuale incarico prima di domani, mercoledì 22 maggio. Per il docente universitario, la bega arriva dagli Stati Uniti, dove il corrispondente dall’Italia del New York Times, Jason Horowitz, scrive che “gli studi di perfezionamento alla New York University” indicati da Conte nel suo lungo curriculum non risultano dagli archivi dell’università Usa.

“Possibile qualche corso breve”

Più nel dettaglio ha scritto il giornalista su Twitter, a proposito del fatto che “perfezionò e aggiornò i suoi studi”: “Una persona con questo nome non compare nei nostri archivi come studente o membro di facoltà”.

Horowitz ha passato al setaccio il curriculum del futuro premier, docente di diritto civile che sul sito della Camera dei Deputati dichiara di aver trascorso ogni estate, dal 2008 al 2012, almeno un mese nell’università americana. Ma, visto che il nome del professore non risulta negli archivi, secondo Horowitz è possibile che Conte “abbia seguito qualche programma di due giorni per i quali la scuola non tiene registri”.

L’istituto di lingue austriaco

C’è un altro tweet che mette in dubbio un ulteriore pezzo del cv del possibile premier. Jeanne Perego, giornalista freelance che vive a Monaco, scrive: “Il prof. Giuseppe Conte ha perfezionato gli studi giuridici a Vienna, all’International Kulturinstitute. Che non esiste. Esiste, invece l’Internationales Kulturinstitute , che è una scuola di lingue”. Peccato che, nel curriculum pubblicato sul sito dei civilisti italiani, l’accademico indichi l’International Kultur Institut di Vienna, frequentato nel 1993, come luogo di perfezionamento degli studi giuridici.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto