Cirò Marina: il vicino di casa di Antonella Lettieri ha confessato l’omicidio

Salvatore Fuscaldo, vicino di casa di Antonella Lettieri, la donna barbaramente uccisa lo scorso 8 marzo a Cirò Marina, ha confessato il delitto. Lo ha annunciato in diretta su Retequattro “Quarto Grado”, precisando che Fuscaldo, arrestato pochi giorni dopo l’omicidio ma che nel corso delle settimane successive si era professato innocente, ha ammesso il suo crimine durante un interrogatorio nel carcere di Castrovillari (Cosenza), dov’è rinchiuso.

Fuscaldo ha ammesso le sue responsabilità e ha sollevato da ogni colpa la moglie Caterina e gli altri familiari. Il racconto dell’omicida, tuttavia, non ha convinto del tutto gli investigatori, secondo cui “il suo racconto presenta molte lacune”.

Le notizie del 17 marzo: fermato il vicino

Il colpevole del femminicidio sarebbe il vicino di casa. I carabinieri della compagnia di Cirò Marina hanno fermato un uomo di 50 anni, Salvatore Fuscaldo, un bracciante agricolo, quale presunto assassino di Antonella Lettieri, la bella commessa di 42 anni uccisa con numerosi colpi alla testa ed alcune coltellate la sera dell’8 marzo e trovata il giorno dopo dal cognato che era andato a vedere perché non si era presentata al lavoro.

Fuscaldo è un vicino di casa della donna, marito di un’amica intima dlela vittima. Era stato indagato subito insieme ad altre due persone.

L’uomo è stato portato prima nella caserma dei carabinieri, davanti alla quale si sono raccolte decine di persone, che urlavano la loro rabbia nei suoi confronti. Il movente sarebbe economico. Poi è stato trasferito in crcere a disposizione della Procura della Repubblica di Crotone-

La notizia del 9 marzo: il delitto

Aveva 40 anni Antonella Lettieri, la donna Cirò Marina, in Calabria, trovata morta nella sua abitazione. L’ipotesi dell’omicidio è la più probabile: il corpo della donna, una commessa che viveva da sola e che indossava ancora il giubbotto, era riverso in un lago di sangue ed era stata colpita alla testa. Per i carabinieri, più nel dettaglio, sarebbe un femminicidio.

Al lavoro investigatori e scientifica

L’abitazione era a soqquadro e sono al lavoro i militari della compagnia di Cirò Marina, del nucleo investigativo e della squadra di investigazioni scientifiche del Reparto operativo. Sul posto il pm di turno della procura della Repubblica di Crotone e il medico legale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto