Bradford, uccide le due figlie a coltellate: “Soffriva di depressione”

Samira Lupidi, la ventiquattrenne di origini abruzzesi che ha ucciso le sue bambine a coltellati, dovrà comparire lunedì prossimo 23 novembre di fronte ai magistrati di Bradford. Originaria di Martinsicuro, in Abruzzo, dove vive ancora suo padre, nonno delle piccole, Samira tornava in Abruzzo per le vacanze di Natale e le vacanze estive. Nessuno poteva mai nemmeno lontanamente immaginare la tragedia che apsettava lei e le sue creature.

Samira Lupidi  è  detenuta in custodia cautelare nel carcere di Bradford. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti si ipotizza che la donna abbia agito a causa della forte depressione.

 

“La coppia aveva problemi”

Secondo il Daily Mail il padre delle bambine, Carl Weaver, 31 anni, è “devastato”. Secondo alcune indiscrezioni, nella coppia ultimamente il rapporto si era fatto molto difficile.

 

Ha ucciso le bambine a coltellate: le notizie del 20 novembre

Ha ucciso le figlie a coltellate a Bradford, in Inghilterra, a 350 chilometri a Londra. L’accusata, Samira Lupidi (che vedete nelle foto da Facebook anche con le bambine) è un’italiana di 24 anni arrestata dalla polizia. Samira Lupidi è originaria di Martinsicuro (Teramo), ma dal 2011 è residente in Gran Bretagna, nella grande città del West Yorkshire, a nord della capitale.

aaaassassinadue

Il padre delle bambine: “Sono devastato”

La giovane ora è in carcere e dovrà comparire lunedì 23 novembre di fronte ai magistrati per rispondere dell’accusata di omicidio, davanti alle autorità giudiziarie britanniche. Intanto il padre delle bambine, Carl Weaver, 31 anni, si dice è “devastato”. Secondo alcune indiscrezioni, il rapporto tra i due era in crisi.

L’autopsia conferma numerosi tagli

L’accusa sostiene che ha ucciso la piccola Jasmine, di un anno, e la più gradicella Evelyn, di tre anni. Dopo essere stata ammanettata due giorni fa, la donna di fronte alle accuse non si è presentata all’udienza preliminare di ieri perché “affranta”, secondo fonti del tribunale. L’autopsia sulle bambine ha intanto evidenziato numerose ferite da armi da taglio e le autorità britanniche hanno avvisato i colleghi italiani che hanno comunicato al padre della donna, che vive ancora a Martinsicuro, il duplice omicidio. La madre, di origine brasiliana, invece è andata a vivere in nord Italia come badante dopo la separazione dal marito.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto