Uccide la madre a bastonate: fermato un uomo che soffre di disturbi psichici

All’inizio è stata una lite, una delle tante, ma i toni hanno cominciato a alzarsi ed è finita in tragedia. Un uomo di 52 anni, Aniello Giordano, infatti, al culmine dello scontro con la madre di 85, Anna De Martino, l’ha uccisa a martellate. L’omicidio è avvenuto a Pagani, in provincia di Salerno, all’interno di una palazzina del centro dove i due vivevano, in via Striano.

Il diverbio è esploso durante alcuni lavori domestici

L’uomo, secondo le prime informazioni, è in cura presso il Cim, il Centro di igiene mentale, perché soffrirebbe di disturbi psichiatrici che potrebbero averlo scagliato contro la madre con un corpo contundente: all’inizio si era pensato a un martello, poi è stato appurato che si trattava del piede di un letto. La donna è morta sul colpo mentre insieme al figlio, ora in stato di fermo, stavano facendo alcuni lavori in casa, tra cui spostare mobili. È proprio in questa fase che è esploso il diverbio rivelatosi fatale.

L’uomo fermato mentre vagava per le vie del paese

L’allarme è stato dato dai vicini di casa, che si sono rivolti prima al 118, e sulla vicenda indagano i carabinieri di Pagani, supportati da nucleo operativo di Nocera Inferiore. Giordano è stato trovato poco dopo l’arrivo dei militari: una ventina di minuti ed è stato individuato mentre vagava per le vie del paese. Al momento si sta cercando di capire meglio qual è stato il movente.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto