Ragazzi: Storie di quadri (a testa in giù)

Bernard Friot , scrittore ormai  felicemente “ italianizzato” , mantiene un rapporto con il mondo e la scrittura  che è alimentato dalla sua naturale capacità di stupirsi. E dalla voglia di raccontarlo. Così, quando scrive, Friot diventa assorto, attento alle parole, ai sentimenti, senza mai dimenticare l’umorismo.
Tradotto recentemente in italiano, potete trovare in libreria “Storie di quadri (a testa in giù)” (Il Castoro, 109 pagine, euro 13,50), un viaggio nell’arte e una ulteriore originale proposta per raccontare storie.

 

aaaastorieuno

Un percorso museale originale

Perché questo accade: Friot elabora un suo personale percorso museale ma non si sofferma su tecniche, significati, segni. Entra, invece, in un dialogo diretto con i ritratti, i paesaggi , le atmosfere. E racconta la storia che emozione, curiosità e dettagli gli hanno suggerito.
Ne è nato un libro che è insieme autobiografia intima dell’autore di fronte all’arte e intelligente proposta per guardare all’arte stessa come  a un’occasione per entrare in contatto con l’umanità e le sue fibre più profonde. C’è davvero la “commedia umana” in questi racconti che sorprendono e inteneriscono. Dai 9 anni.

Bernard Friot è in Italia in questi giorni. Il calendario dei suoi incontri è reperibile qui.

Il sito dell’autore è a questo link.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto