Grecia: Tsipras vince e ha la maggioranza con i nazionalisti

Grecia: torna a vincere Tsipras e potrà governare con i nazionasti per i prossimi 4 anni.

Secondo le prime proiezioni – basate su dati reali – il suo partito, Syriza, ottiene il 35,5% dei voti e 145 seggi, mentre gli ex alleati di governo nazionalisti “Greci Indipendenti” avrebbero il 3,7% e 10 seggi. I due potrebbero quindi riproporre l’alleanza di gennaio, forti di una nuova maggioranza di 155 seggi su 300.

aaaatsiprasuno

Kammenos: “Rifaremo il governo con Tsipras”

“Incontrerò Alexis Tsipras, inizieremo la nostra nuova prova e formeremo il nuovo governo”. Lo ha detto il leader dei Greci indipendenti (Anel), Panos Kammenos.

Un boato in piazza per il leader di Syriza

Un autentico boato ha salutato l’arrivo di Alexis Tsipras a piazza Klathmonos dove si sono riuniti i sostenitori di Syriza. “È un mandato di quattro anni”: ha detto Tsipras nel suo discorso della vittoria, che ha dedicato “a coloro che lottano per un altro domani” in Grecia.

“Continueremo con i Greci indipendenti”

“Grazie a Panos Kammenos, abbiamo lottato insieme e domani continueremo insieme la lotta” lo ha detto Alexis Tsipras, che ha poi invitato il leader dei Greci Indipendenti sul palco della festa di Syriza.

 

Una  vittoria subito chiara: le notizie del 20 settembre

 

Secondo i primi dati ufficiali dello scrutinio diffusi dal ministero dell’Interno greco, quando sono stati contati l’8,53% dei voti, Syriza di Alexis Tsipras è al 34,97% e i conservatori di Nuova Democrazia al 28,76%.

Secondo i primi dati ufficiali, i conservatori di Nuova Democrazia di Vangelis Meimarakis sono al 28,76%. Alba dorata è il terzo partito secondo gli exit poll: gli estremisti di destra sono tra il 6,5 e l’8%. Affluenza al 51,75%, è la più bassa di sempre.

Ora bisongerà vedere come il risultato si trasforma in seggi, per capire se Tsipras potrà governare da solo.

aaagrecia

Syriza primo secondo tutti gli exit poll

Syriza, il partito di Alexis Tispras, secondo tutti i primi exit poll è avanti nelle elezioni in Grecia. In particolare su Ert, la tv pubblica, è tra il 30 e il 34%, mentre i conservatori di Nuova Democrazia di Vangelis Meimarakis è tra il 28,5 e il 32,5%.

Secondo gli exit poll delle tv greche, Alba dorata, il partito filonazista, si conferma terza forza con percentuali che vanno dal 6,5 al 8%. Si attendono conferme dallo scrutinio nelle prossime ore.

 

Le operazioni di voto tutte in una giornata

Sono iniziate stamattina alle 7 le operazioni di voto per le elezioni anticipate in Grecia.

I seggi si chiuderanno alle 19 (le 18 in Italia) e subito dopo verranno diffusi gli exit poll. Il leader di Syriza Alexis Tsipras, che i sondaggi danno per favorito, ha già votato nel seggio del quartiere popolare di Kypslei, dove vive.

aaavangelis

Vangelis Meimarakis, il suo rivale, presidente di Nea Dimokratia (nella foto qui sopra), vota invece a Marousi, periferia nord di Atene.

 

Si vota per la terza volta in 8 mesi

La Grecia torna alle urne, per la terza volta in otto mesi. Un’elezione politica anticipata: i sondaggi danno per favorito l’ex premier di sinistra Alexis Tsipras, che spera di fare il bis al governo, nonostante l’emorragia di consensi che lo ha colpito dopo la decisione di dimettersi e andare al voto. Si tratta di una consultazione che i greci vivono con distacco e disillusione, anche in queste ore di vigilia, convinti che a prescindere dal risultato il peso di crisi ed austerità non si alleggerirà.

Comunque, tutti gli ultimi sondaggi vedono Syriza leggermente in vantaggio su Nea Dimokratia.

 

In vista un governo di coalizione

Ma, anche se all’ex primo ministro riuscirà di conquistare la maggioranza relativa grazie a coloro che nelle ultime ore sembrano essersi convinti a rivotarlo – o se vincerà il partito conservatore guidato da Vangelis Meimarakis – nei prossimi giorni la Grecia è destinata ad avere un governo di coalizione, perché è improbabile che ci sia un trionfatore. L’esecutivo avrà di fronte a sé una strada praticamente già tracciata: applicare il memorandum tra Atene ed i creditori internazionali che impone nuova austerità in cambio di 86 miliardi di euro in prestiti in tre anni.

 

I due leader alla vigilia pronosticano entrambi il successo

Tsipras, soddisfatto dall’affluenza al comizio di ieri a Syntagma, ha visto i giovani del suo partito per parlare di lavoro e di prospettive future in un caffè-ristorante al centro di Atene, prevedendo una grande vittoria. “Comunque oggi è il momento del relax”, ha affermato.

Meimarakis ha fatto la stessa previsione di successo incontrando i militanti di Nea Dimokratia al grande chiosco allestito al centro della stessa piazza Syntagma. Commentando i sondaggi che danno gli avversari di sinistra avanti ha detto di dubit

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto