Attacco hacker al sito di tradimenti: “Pubblicheremo i nomi”

Attacco hacker al sito dei tradimenti on line. I pirati informatici hanno assaltato i dati di Ashley Madison, sito di incontri extraconiugali attivo in 46 paesi (tra cui l’Italia), e hanno già fatto trapelare i dati di alcuni dei 37 milioni di utenti. I pirati della Rete minacciano di diffonderli se la piattaforma non verrà chiusa.

 

Accesso a tutto il database
Gli hacker sostengono di avere accesso all’intero database, e quindi a tutti i dati sensibili degli utenti, compresi numeri di carta di credito, nomi, indirizzi, preferenze sessuali e fantasie erotiche. A confermare la violazione è stata la Avid Life Media, una società canadese che controlla anche Cougar Life ed Established Men: “Ci scusiamo per l’intrusione criminale nelle informazioni dei nostri clienti”, si legge in un comunicato. “La riservatezza è sempre stato il nostro principale obiettivo, e per questo motivo abbiamo messo in atto misure di sicurezza rigorose. Come già altre aziende hanno sperimentato, queste misure di sicurezza, purtroppo, non hanno impedito l’attacco al nostro sistema”.

 

“Ricatta i clienti”
Anche l’amministratore delegato della compagnia Noel Biderman ha confermato il fatto, ma non ha voluto esprimersi sulle dimensioni, potenzialmente enormi. Dietro l’attacco, secondo fonti ufficiose, potrebbe esserci un ex dipendente o un collaboratore. Il gruppo di hacker, che chiede la chiusura del sito, avrebbe deciso di pubblicare i dati perché Ashley Madison a loro parere ricatta i clienti: il sito, spiegano, offre gratuitamente agli utenti i servizi-base, ma poi chiede 19 dollari per la cancellazione definitiva delle loro informazioni dai server, mentre gratuitamente si possono solo “nascondere”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto