Fumo, arriva il decreto: foto shock e addio ai pacchetti da 10

Il Ministero della Salute ha messo a punto la bozza del provvedimento, che contiene numerose restrizioni e avvertenze, oltre a una serie di misure per disincentivare i giovani.
Tra le principali novità il divieto di fumare in automobile quando si viaggia con bambini o donne incinte e negli spazi esterni degli ospedali, e pene più severe per chi vende prodotti del tabacco ai minori, inclusa la possibile revoca della licenza per l’attività.

 

No a pacchetti “mini”, aromi e additivi
Sarà inoltre vietato anche vendere i pacchetti da 10 sigarette – considerati più attraenti per i giovani perché meno costosi – le sigarette aromatizzare e i prodotti con additivi che promettono “benefici per la salute ed effetti energizzanti”.

 

Via alle foto shock
Altre modifiche riguarderanno l’aspetto dei pacchetti. Il nome della marca sarà sempre meno evidente, e, soprattutto, le confezioni riporteranno le pubblicità foto a colori di organi e persone devastate dal tabagismo, a cui saranno abbinate frasi incisive e informazioni utili per chi vuole smettere di fumare, ad esempio il numero verde. La cosa già avviene in altri paesi, e stando alle statistiche ha avuto effetti positivi sulla diminuzione del numero dei tabagisti.

 

Inutili le info sul contenuto
In totale risulterà occupato il 65% della superficie, dove invece non saranno più riportate indicazioni sul contenuto di catrame, nicotina e monossido di carbonio, considerate ingannevoli perché in realtà le sostanze cancerogene presenti nel tabacco sono non meno di 40.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto