Cibo e sapori: i gusti alimentari sono determinati dai geni

Il sapore di cibo non è questione di semplice gusto, ma di genetica. Lo sostengono 2 studi curati dall’università di Cagliari e dal Department of Food Science of Rutgers University e pubblicati sulla rivista scientifica Plos One. In particolare, i geni determinano la catena degli aminoacidi, come l’arginina, presenti in alcune proteine salivari e questo determina la percezione del gusto di un cibo preferendolo a un altro. A seconda della concentrazione di questi aminoacidi, diversa sarà la reazione a un alimento.

“Si potranno aiutare i pazienti costrett a menu punitivi”

Ma queste scoperte che effetti potrebbero avere? A spiegarlo è la docente cagliaritana Iole Tomassini Barbarossa, secondo la quale “la supplementazione di molecole semplici potrebbe essere una strategia per modificare selettivamente le risposte gustative e potrebbe aprire le frontiere nelle moderne ‘Food sciences’ per la realizzazione di cibi che, combinando i valori edonistici con quelli dietetici, sono destinati a pazienti spesso costretti a menu punitivi e privi di gusto”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto