Le Mans: vince Vinales, Valentino Rossi cade a due curve dalla fine e si dispera

Sfortunatissimo finale di gara di Valentino Rossi a Le Mans. Il pilota della Yamaha, dopo uno splendido duello col compagno di squadra Vinales, che aveva anche sorpassato, venendone risorpassato, per non mollare la sfida inclina troppo la sua moto e cade a due curve dalla fine.

Se Valentino si fosse acocntentato, avrebbe portato a casa tranquillamente il seocndo posto.Invece non stringe nulla, come Marc Marquez che era caduto molti giri prima.

Per la Yamaha è la cinquecentesima vittoria in MotoGp.

Al secondo posto si è classificato Zarko su una Yamaha non ufficiale, al terzo Pedrosa su Honda. Al quarto Andrea Dovisioso su Ducati.

Vinales scavalca Valentino in testa alla classifica mondiale, sorpassato anche da Pedrosa che ora è seocndo in classifica.

 

Doppietta azzurra in moto 2

Doppietta azzurra in Moto 2 sul circuito di Le Mans. Vince Franco Morbidelli (nella foto sopra), al secondo posto Checcho Bagnaia, al suo secondo podio, dopo quello in Sapgna, al terzo lo svizzero Luthi. La cosa strana è che i due giovani piloti italiani hanno due numeri che “si corrispondono”: 21 Morbidelli, alla sua quarta vittoria stagionale, 42 Bagnaia. Al quarto posto il “fratellino” di Marc, Alex Marquez, che ha corso con un piede in disordine, al quinto un altro italiano, Pasini.

Bulega dolorante corre lo stesso in Moto 3 (ma è 17°)

Ha voluto correre lo stesso Nicolò Bulega dopo la maxi-caduta della gara di Moto 3, ma è costretto – dolorante – a destreggiarsi intorno al ventesimo posto, per tutta la gara. Alla fine chiude 17°. Omaggio al valore, non si sa quanto giustificato.

Del resto anche Romano Fenati, a lungo in testa, esce durante il Gran premio e non raccoglie neppure un punto, come Antonelli.

Vince lo spagnolo Mir, che dopo la caduta e il passaggio al centro medico, conquista i 25 punti. Secondo Canet, terzo Fabio Di Giannantonio: questo il podio di Le Mans Moto 3. Tra i primi anche un altro italiano: Bastianini, sesto.

Maxi caduta all’avvio della Moto 3

Maxi-caduta all’avvio della gara di Moto 3 a Le Mans. Per colpa di una scia d’olio lasciata da una delle moto si è determinato un crollo addirittura di una decina di piloti. A stento alcuni sono riusciti a schivare le motociclette che arrivavano una dopo l’altra a gran velocità sui caduti. Nicolò Bulega (nella foto sopra), Mir e altri piloti di vertice della Moto 3 hanno fatto ricorso per accertamenti al Centro Medico.

Si è deciso che Bulega, che era secondo sulla griglia, farà il giro di allineamento e poi vedrà se corriere oppure no, a seconda dei dolori che avvertirà alla schiena, che è la parte più colpita.

È caduto anche Romano Fenati, ma era in testa al gruppo e quindi non ha avuto altre moto che lo coinvolgessero. La gara ripartirà, ma non si sa ancora con quali piloti al via.

Franco Uncini e Loris Capirossi, della commissione sicurezza, stanno valutando intanto le condizioni della pista.

La distanza di gara è stata accorciata a 16 giri, ma solo per consentire lo svolgimento delle altre gare in programma, compresa la MotoGp delle 14. L’orario per le MotoGp è stato confermato. Dalle 12,35 ci sarà – invece – quella delle Moto2.

 

 

La Moto Gp alle 14

Moto Gp oggi a Le Mans, il difficile circuito francese superveloce. La gara sarà trasmessa in diretta su Sky Moto Gp (canale 208) a partire dalle 14.

Festa Yamaha sulla griglia di partenza dove Maverick Vinales, (nella foto in basso), ha ottenuto la pole position del Gran Premio di Francia di motociclismo, quinta prova del Mondiale di MotoGp.

In 1’31″994, il pilota spagnolo ha preceduto di 106 millesimi il compagno di squadra Valentino Rossi. La prima fila sarà completata dal francese del team Monster Yamaha Tech 3 Johann Zarco (+0″235). Seconda fila, invece, per il campione del mondo Marc Marquez: lo spagnolo della Honda ha ottenuto il quinto tempo a 499 millesimi. Ancora peggiore la situaizone di Jorge Lorenzo, passato quest’anno alla Ducati che non ha mai capito negli ultimi due giorni il circuito e si troverà a partire addirittura al 16° posto.

 

LA GRIGLIA DI PARTENZA

Prima fila:
1. Maverick Viñales (Spa) Yamaha 1’31″994 2. Valentino Rossi (Ita) Yamaha +0:106 3. Johann Zarco (Fra) Yamaha +0:235
seconda fila
4. Cal Crutchlow (Gb) Honda +0:306 5. Marc Marquez (Spa) Honda +0:499 6. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati +0:732
terza fila
7. Scott Redding (Gbr) Ducati +1:125 8. Pol Espargaro (Spa) Ktm +1:405 9. Karel Abraham (Cze) Ducati +1:523
quarta fila
10. Bradley Smith (Gb) Ktm +1:635 11. Jack Miller (Aus) Honda +1:762 12. Loris Baz (Fra) Ducati +1:961
quinta fila
13. D.Pedrosa (Spa) Honda 14. A.Bautista (Spa) Ducati 15. J.Folger (Ger) Yamaha
sesta fila
16. J.Lorenzo (Spa) Ducati 17. A. Iannone (Ita) Suzuki 18. A.Espargarò (Spa) Aprilia
settima fila
19. D.Petrucci (Ita) Ducati 20. H.Barbera (Spa) Ducati 21. S.Lowes (Gb) Aprilia

ottava fila
22. T.Rabat (Spa) Honda 23. S.Giuntoli (Fra) Suzuki

LA CLASSIFICA MONDIALE

  1. Valentino Rossi (Ita/Yamaha) 62 punti
    2. Maverick Vinales (Spa/Yamaha) 60
    3. Marc Marquez (Spa/Honda) 58
    4. Dani Pedrosa (Spa/Honda) 52
    5. Andrea Dovizioso (Ita/Ducati) 41.
Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto