Brindisi: abusi su una tredicenne, arrestato capo di un gruppo sportivo

Il presidente di un’associazione sportiva di Oria (Brindisi), un uomo di 48 anni, è stato arrestato con l’accusa di aver abusato di una tredicenne. Nei suoi confronti i poliziotti della Squadra Mobile di Brindisi hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a firma del gip Tea Verderosa, su richiesta del pm Paola Palumbo.

Il dirigente sportivo è accusato di pedofilia. A quanto si è appreso, le indagini sono partite dalla denuncia dei genitori della ragazzina che inizialmente aveva taciuto e poi si è confidata con la madre.

Molestie proseguite per mesi

A quanto si è saputo, le molestie sarebbero andate avanti per alcuni mesi. In contestazione per il presidente dell’associazione sportiva dilettantistica di cui la vittima faceva parte ci sono diversi episodi che sono stati analizzati dai poliziotti della Squadra mobile di Brindisi e poi oggetto di richiesta di custodia cautelare da parte del pm.

All’uomo, 48enne di Oria (Brindisi), è contestata anche l’aggravante di aver abusato della propria funzione. A lui infatti la minorenne era affidata per ragione di cura, educazione o istruzione. L’uomo sarà interrogato stamattina dal giudice per le indagini preliminari.

Nota: la foto è di archivio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto