Nasce la SuperCoop, si fondono Adriatica, Estense e Nordest

Anche la Coop cerca di rispondere alla crisi economica e dei consumi rafforzando l’offerta. È arrivato così ieri, l’ok alla fusione tra tre grandi cooperative di consumatori: Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Consumatori Nordest per dare vita alla più grande cooperativa italiana con 2,6 milioni di soci, 4,2 miliardi di euro di fatturato, 334 punti vendita di cui 45 ipermercati, 19.700 dipendenti. Il progetto di fusione è stato votato all’unanimità ieri dai consigli di amministrazione delle tre cooperative nelle loro sedi di Bologna, Modena e Reggio Emilia.

Da tener presente che la crisi del potere d’acquisto degli italiani ha inciso moltissimo nei consumi delle famiglie negli ultimi anni e ne hanno fatto le spese anche supermerctai e mega centri commerciali.

 

Una scelta per il rilancio

“Con questa scelta – si legge in una nota – si vuole contribuire a sostenere e rilanciare ruolo ed efficacia della missione cooperativa sia nelle regioni del Nord che del Sud del Paese, confermando la idoneità e l’utilità del modello cooperativo anche in realtà sociali molto diverse”.

Nella delibera di indirizzo che da il via al progetto di fusione varato dai Cda, sono contenuti gli obiettivi industriali e sociali che saranno sottoposti nei prossimi mesi al vaglio delle assemblee dei soci delle cooperative stesse.

La nuova nata rappresenterà la più grande cooperativa italiana con 2.600 mila soci al netto delle società controllate e partecipate, le quali operano nei settori finanziario ed assicurativo, del turismo, della comunicazione, delle librerie e dell’immobiliare.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto