Busto Arsizio: pensionato rifiuta sesso, picchiato dalla massaggiatrice

Ne capitano tante ogni giorno, ma questa ha dell’inverosimile. Un sessantenne del varesotto voleva un massaggio alla schiena nella speranza di alleviare il dolore che lo affliggeva, così è andato in un “centro benessere” di Busto Arsizio, gestito da cinesi, dove è rimasto sequestrato per quasi un’ora. Il motivo? L’uomo ha rifiutato una prestazione sessuale proposta della massaggiatrice e così ha scatenato la rabbia di tutto il personale del Centro, che si è scagliato contro di lui.

Il pensionato salvato dai carabinieri

Il pensionato è stato salvato dai carabinieri, intervenuti a seguito della segnalazione di una persona che aveva udito delle urla provenire dal centro. Secondo quanto ricostruito dall’Arma, una volta entrato nel centro, il pensionato ha subito dall’inizio inequivocabili atti di natura sessuale da parte della massaggiatrice, che aveva l’evidente scopo di indurlo a consumare una prestazione sessuale.

a-centronormale

Minacciato e percosso dalla direttrice

Di fronte al rifiuto dell’atto e poi del pagamento di un massaggio mai ricevuto, l’uomo è stato minacciato e percosso dalla direttrice del centro, intimidito dal titolare armato di un martello e infine chiuso a chiave in un locale privo di finestre. È lì che, fortunatamente, un residente dello stabile che ospita il centro benessere, ha sentito le grida dell’uomo e ha allertato i carabinieri che sono intervenuti liberandolo.

Sequestrate le mutandine di carta

Il pensionato ha quindi sporto denuncia mentre i militari hanno sequestrato il martello utilizzato per le minacce e le mutandine di carta che la massaggiatrice voleva far indossare al malcapitato. I carabinieri stanno ora svolgendo accertamenti più approfonditi con lo scopo di verificare l’effettiva natura dell’attività svolta all’interno del centro. I tre aggressori – la direttrice del centro, il proprietario e la massaggiatrice – sono cinesi dai 40 ai 45 anni, tutti con regolare permesso di soggiorno.

 

Nota: le foto sono di repertorio e non collegate alla vicenda narrata.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto