Lettere a Babbo Natale: le novità delle richieste dei bambini 2016

Il momento fatidico è arrivato: i bambini di tutto il mondo hanno scritto ormai la letterina a Babbo Natale con la lista delle richieste e dei desideri per queste feste.

Ed è sempre in questi giorni che genitori, nonni e zii che non l’hanno ancora fatto cominciano l’affannosa e, in alcuni casi, disperata corsa tra negozi e siti on line per trovare fino all’ultimo giocattolo della lista e non lasciare nessuno insoddisfatto.

Ma quali sono i trend di questo Natale? A stilare la classifica dei giocattoli più “caldi” ogni anno di questo periodo sono analisti del settore e negozianti che studiano le tendenze e i prodotti più richiesti dal mercato.

Le novità del Natale 2016
Bambole, peluche, costruzioni, macchinine e videogiochi: è più o meno sempre lo stesso il campionario dei desideri dei bambini. A variare di anno in anno sono più che altro i personaggi, i cartoni animati e le saghe di riferimento.

Se nel 2015 a farla da padrone è stato il grande mondo di oggetti e gadget di Star Wars, trainati dall’uscita al cinema dell’ultimo episodio della saga, quest’anno la novità che sta sbancando gli acquisti sono gli Hatchimals.

a-animal

Hatchimals: piccoli pupazzi già in esaurimento

Messi in vendita a partire da ottobre questi piccoli pupazzi (nella foto qui sopra e in apertura) sono già in esaurimento in tutto il mondo: nel Regno Unito, fatta eccezione per alcuni grandi magazzini della catena Argos, tutti i più grandi negozi di giocattoli li hanno finiti e sui siti di e-commerce come eBay e Amazon si trovano in vendita a prezzi maggiorati rispetto a quello di listino perché sono gli ultimi esemplari disponibili. Su Amazon italiano, per esempio, si trovano addirittura a oltre 100 euro anche se il loro vero prezzo sarebbe intorno ai 45-50 euro.

Animali nell’uovo: gli occhi si illuminano

Ma di cosa si tratta e qual è la particolarità che potrebbe giustificare una spesa così elevata? Gli Hatchimals sono dei piccoli peluche interattivi che al momento dell’acquisto si trovano dentro un uovo. Per farli nascere bisogna accarezzare e strofinare l’uovo finché non si schiude (to hatch in inglese, da cui deriva il nome). Una volta nati, questi animaletti dalla forma di pinguini, Pengualas, o draghetti, Draggles, cominciano a interagire con le loro mamme o papà-bambini: gli occhi si illuminano con led di vari colori a ognuno dei quali corrisponde una diversa richiesta. Gli Hatchimals attraversano tre diverse fasi di crescita – neonato, cucciolo, adolescente – e i bambini devono via via insegnare loro a fare attività sempre più complesse: da camminare, a parlare fino a ballare e cantare.

Ai meno giovani potranno ricordare i Tamagotchi di fine anni Novanta e in effetti identica è la mission di prendersi cura e accudire gli animaletti in ogni loro esigenza, con la differenza che gli Hatchimals non possono morire, neanche se i bambini li trascurano.

a-pokemon

Pokémon mania con Sun e Moon, due nuovi videogiochi

Trainati dalla Pokémon Go mania che quest’estate è esplosa in tutto il mondo, i mostriciattoli giapponesi sono tra i “top toys” anche del Natale 2016. In particolare a essere richiesti sono due nuovi videogiochi lanciati per la consolle Nintendo 3DS: Pokémon Sun and Pokémon Moon a cui è  collegato il bracciale Pokémon Z-Ring. Durante il gioco con la consolle il bracciale servirà ad attivare le mosse Z, potenti tecniche speciali a disposizione dell’allenatore solo una volta per match. Connettendosi al Nintendo 3DS il bracciale emetterà suoni, luci e vibrazioni a seconda della mossa Z usata. L’accessorio non è l’unica novità prevista per Pokémon Sole e Luna: con questi giochi infatti viene introdotta la settima generazione di Pokémon, creature nuove completamente inedite al pubblico.

 

Star Wars e Trolls
In leggero calo rispetto all’anno scorso ma sempre amatissimi sono tutti gli oggetti targati Guerre Stellari. In particolare la punta di diamante di quest’anno è “Interactech Stormtrooper Imperiale”, un action figure di 30 cm con oltre 65 effetti sonori e frasi differenti e sensori che gli consentono di rispondere ad alcuni movimenti.

a-bambolapoppy

La bambola Poppy dal mondo dei Trolls

Direttamente dalle sale cinematografiche arriveranno sotto l’albero di milioni di bambini in tutto il mondo i trolls. Le bamboline con i capelli a spazzola che diventano fluorescenti che sono “risorti” dagli anni Novanta proprio grazie al successo del film “Trolls” (con la voce e la colonna sonora di Justin Timberlake negli Usa ed Elisa in Italia). Tra le più richieste c’è, in particolare, la bambola Poppy con il braccialetto speciale che si illumina quando arriva “l’ora dell’abbraccio”.

 

a-avalor

I più amati di sempre e la Principessa Elena, ultima arrivata
Nel campo degli evergreen, i classiconi da sempre al top delle liste dei desideri delle bambine ci sono ovviamente le Barbie, le principesse Disney soprattutto Elsa e Anna di Frozen e l’ultimissima arrivata: la Principessa Elena di Avalor, la prima princess latina protagonista di una nuova serie tv su Disney Junior.

E qualche richiesta tipica dei maschietti

Per quanto riguarda i preferiti dai maschietti ai primi posti ci sono ancora le Tartarughe Ninja, i Nerf ossia pistole che possono sparare dardi, laser o acqua e per i più piccoli i cagnolini della “Paw patrol”.
Unisex e buoni per tutti restano i mattoncini della Lego: per i maschietti nella versione “City”, “Ninjago” e “Creator” e per le femminucce nella versione “Elves” con cui costruire il mondo degli elfi o  “Lego “Friends”.

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto