Roma: Fiorello fa il tutto esaurito per la ricerca sul cancro pediatrico

Rosario Fiorello, reduce dalle polemiche che hanno accompagnato in Sicilia l’annullamento di una serata del suo Tour per una gastroenterite, conquista Roma con una esibizione straordinaria a favore dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc): l’Auditorium Conciliazione ha registrato il tutto esaurito con 1.763 spettatori per lo spettacolo che l’attore ha dedicato all’associazione.

La serata, in occasione del 50° dell’Airc, è stata davvero speciale e ha consentito una raccolta di oltre 210.000 euro, che contribuiranno a finanziare i progetti di ricerca sui tumori pediatrici.

 

Ogni anno in Italia si ammalano 1.500 bambini e ragazzi

Ogni anno, in Italia 1.500 bambini e ragazzi fino a 14 anni si ammalano di cancro e oltre 800 sono i casi registrati nella fascia 15-18 anni. Grazie agli eccezionali progressi della ricerca, il bilancio è positivo nella maggior parte dei casi: l’80% dei pazienti guarisce dal cancro e, in particolare, il dato sale fino al 90% per le leucemie.

 

I tumori cerebrali tra le patologie più gravi

Non è purtroppo così per altre patologie che colpiscono i bambini, come ad esempio i tumori cerebrali e quelli che aggrediscono il sistema nervoso centrale, per i quali la ricerca sta ancora lavorando.

È per questo che l’Airc continua a investire sul lavoro dei ricercatori con l’obiettivo di sviluppare nuove terapie e farmaci sempre più efficaci e meno tossici di quelli attualmente disponibili.

 

Gli sponsor della serata

L’obiettivo di raccolta fondi legato alla serata ha visto anche l’adesione di Poste Italiane, main partner dell’evento, a cui si sono affiancati, con importanti donazioni a sostegno delle ricerche sui tumori pediatrici, Aon, Finanza & Futuro, Gruppo Deutsche Bank, Hard Rock Cafè e Infocert.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto