Equitalia: c’è tempo fino al 23 novembre per rateizzare i debiti con il fisco scaduti

Scade lunedì prossimo, 23 novembre, il termine ultimo per la rateizzazione dei piani scaduti e previsti tra il 22 ottobre 2013 e il 21 ottobre 2015. In termine, all’inizio fissato al 21 novembre, è stato portato a 2 giorni dopo per decisione di Equitalia dato che la scadenza era di sabato. Ora che si deve fare per avere accesso alla rateizzazione?

aaaaequi

Il moduli da compilare per chiedere la rateizzazione

Per avere accesso, occorre compilare l’apposita domanda che si ritira nelle sedi di Equitalia oppure che si scarica dal suo sito. Le rate sono 72 e si decade se non si pagano 2 rate anche non consecutive perdendo la possibilità di essere riammessi anche se si pagano le rate successive.

Ecco come Equitalia ha spiegato il piano

L’opportunità è stata di fatto una “finestra” temporale che consente un nuovo piano di dilazione delle somme non versate. Ci sono però alcuni limiti: oltre alla decadenza, il nuovo piano concesso non è prorogabile. Per i piani appena concessi, invece, la rateizzazione decade con il mancato pagamento di 5 rate anche non consecutive. Tuttavia, pagando le rate che risultano scadute, si può chiedere un nuovo piano di dilazione e riprendere i pagamenti.

Stop ai pagamenti in caso di sospensione

Il contribuente che ha ottenuto una sospensione giudiziale o amministrativa può interrompere i pagamenti limitatamente ai tributi interessati per tutta la durata del provvedimento. Allo scadere della sospensione può chiedere di nuovo di rateizzare il debito residuo in un massimo di 72 rate.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto