Bollette elettriche, il Tar: “Rimborsi automatici per i consumatori”

Il Tar della Lombardia dà il via libera gli aumenti delle bollette elettriche sospesi lo scorso luglio, ma pone delle condizioni agli operatori. Il giudice amministativo ha infatti emesso un’ordinanza con cui conferma l’illegittimità degli aumenti tariffari scattati lo scorso 1 luglio e ordina all’Autorita di emenare un provvedimento che disponga rimborsi automatici agli utenti in caso di definitiva bocciatura dei rincari nel giudizio di merito, fissato al 16 febbraio 2017.

a-luce

Entro 40 giorni il provvedimento

Nello specifico lo sblocco vale per le prossime bollette, vincolandoli però all’emanazione, entro 40 giorni, “di un provvedimento con il quale siano predeterminate sin d’ora le modalità per la liquidazione e corresponsione automatica, senza necessità di apposita richiesta da parte degli utenti finali, dei rimborsi spettanti a questi ultimi in caso di esito favorevole della controversia”.

Codacons: “Così tutelati i consumatori”

“Dal Tar arriva dunque un provvedimento teso a tutelare pienamente gli utenti dall’arroganza dell’Autorità e dei gestori elettrici, che volevano applicare gli aumenti delle tariffe nonostante questi siano stati causati da speculazioni dei grossisti”, commenta il presidente del Codacons Marco Maria Donzelli (nella foto sopra). “Ora dalle prossime bollette le tariffe potranno essere maggiorate, ma solo se l’Autorità e le società interessate adotteranno un meccanismo di rimborso automatico dei rincari in favore dei clienti, indispensabile se gli aumenti dovessero essere definitivamente bocciati nel giudizio di merito” conclude Donzelli.

Luce e gas: il Codacons denuncia l’Authority dopo i rincari di luglio, le notizie del 21 luglio 2016

Il Codacons denuncia l’Autorità per l’energia. “Chiediamo alle procure della Repubblica di Roma e Milano di accertare il comportamento dell’Authority relativamente ai rincari delle tariffe di luce e gas e alle speculazioni realizzate dai grossisti dell’energia”, afferma il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi (nella foto sotto). “Nello specifico vogliamo sapere se siano o meno ravvisabili eventuali fattispecie come concorso in aggiotaggio e omissione di rapporto alla procura”.

aaarienzi

Cresce dunque la tensione intorno ai rincari del 4,3% dell’energia elettrica e del gas su cui il Tar della Lombardia era intervenuto sospendendoli venendo poi bloccato dall’Autorità per l’energia.

Luce e gas: il Tar lombardo blocca gli aumenti, ma l’Autorità: “Li rimetteremo”, le notizie del 20 luglio 2016

Stop in Lombardia agli aumenti del 4,3% di luce e gas scattati lo scorso 1° luglio. Lo ha deciso il Tar accogliendo il ricorso Codacons che ha disposto a sospensione cautelare delle tariffe accresciute fino all’udienza del prossimo 15 settembre. “Trenta milioni di italiani riceveranno la prossima bolletta ribassata e senza aumenti”, ha detto il presidente dell’associazione dei consumatori, Carlo Rienzi. “Era assurdo infatti rincarare le tariffe per effetto di illeciti sui quali adesso dovrà pronunciarsi la magistratura”.

L’Authority: “Sentenza sbagliata, faremo ricorso”

L’Autorità per l’energia “nel prendere atto del decreto cautelare monocratico del Tar Lombardia” sulla sospensione degli aumenti delle bollette, “assunto senza aver ascoltato l’Autorità, ritiene che sussistano i presupposti per proporre, attraverso l’Avvocatura dello Stato, immediata istanza di revoca dello stesso decreto”. È questa la presa di posizione dell’Autorità in una nota, spiegando che la decisione del Tar “si basa su un ricorso che presenta un’erronea rappresentazione degli elementi di fatto e di diritto”.

 

L’indagine dell’Autorità per l’energia

Intanto l’Autorità per l’energia aveva deciso di vedere chiaro in “strategie anomale adottate dai diversi operatori” che avrebbero portato a “un rilevante aggravio di costi per il sistema e ad una alterazione del normale meccanismo di formazione dei prezzi nei mercati”. In Lombardia il Codacons aveva quindi lanciato una class action rivolgendosi alla magistratura amministrativa.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto