Campovolo in festa per un Ligabue in grande forma (galleria foto)

È cominciato con “Balliamo sul mondo”, prima traccia del primo disco, il concertone al Campovolo di Reggio Emilia, di Luciano Ligabue, con il quale il rocker emiliano festeggia i 25 anni di carriera e i dieci anni dal primo grande concerto nel grande spazio reggiano.
Vestito di nero, molto determinato, ha attaccato il concerto con la stessa band, i ‘ClanDestino’, che nel 1990 lo accompagnò nel tour che lo fece conoscere alla musica italiana.

QUI POTETE VEDERE UNA GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA GRANDE SERATA.

Campovolo già pieno ore prima del concerto

Il Campovolo è già pieno per accogliere la grande festa per i 25 anni di carriera di Luciano Ligabue per la quale sono previste 150.000 persone.

I fan hanno già potuto cominciare ad entrare in clima con il LigaVillage, le attrazioni disseminate per il Campovolo: la grande ruota panoramica da dove si può avere un punto privilegiato d’osservazione, gli stand per mangiare e bere e la grande mostra fotografica che celebra la carriera del rocker di Correggio.

 

aaacampovolo

Cancelli aperti in anticipo

Alla fine i cancelli sono state aperti in anticipo. E su Twitter è valanga di messaggio con l’hashtag #Campovolo: dalle informazioni logistiche ai fan, soprattutto, che già cantano cinguettando i loro tweet.


Intanto le camere degli hotel sono overbooking da tempo e non solo a Reggio Emilia, ma pure nei dintorni. Da ieri sera sono cominciati ad arrivare i fan. E per farli affluire è stata creata la Liga Street, una specie di percorso obbligatorio che porta pullman, automobili, moto e qualsiasi altro mezzo di locomozione fin al Liga Parking di Campovolo. Insomma, è praticamente tutto pronto per il ritorno a 10 anni di distanza di Luciano Ligabue in terra emiliana e per accogliere i 150 mila spettatori stimati che stasera, sabato 19 settembre, assisteranno al live più lungo della storia del rocker di Correggio che festeggia i 25 anni di carriera, iniziata con il suo primo album omonimo.

Impianto da 2 milioni di watt e una Fender speciale

Per celebrare anche i 20 anni di “Buon Compleanno Elvis”, i 10 anni dal suo primo concerto al Campovolo e il successo del “Mondovisione Tour”, intanto qualche dato sul concerto: l’impianto audio è da 2 milioni di watt realizzato su “misura” per l’occasione da una società di Reggio Emilia che ha già lavorato con Lady Gaga e Tony Bennett. Poi la Fender e Casale Bauer, che distribuisce le leggendarie chitarre americane in Italia – hanno fatto arrivare fino a qui un modello unico di Telecaster ’72 Custom.

Ci si prepara a un arrivo massiccio

C’è da dire che la mobilitazione intorno al maxi evento musicale ricorda quella da allarme. E in effetti ci sono già le sollecitazioni perché la multiutility Iren si organizzi meglio del 2005, quando i fan del Liga produssero 81 tonnellate di rifiuti che non fu facile smaltire. Ora si cerca di andare oltre e la performance dal vivo diventa quasi una manifestazione pro-raccolta differenziata con tanto di aree di raccolta da pulire, nelle intenzioni cittadine, entro le 24 ore successive al concerto.

Massiccio schieramento di forze dell’ordine

Nel frattempo sono previsti 65 uomini della Protezione civile in caso di problemi, agenti della polizia municipale di Reggio Emilia e di Modena saranno assegnati alla gestione di un volume di traffico eccezionale (già nel 2005 l’autostrada A1 era quasi giunta al collasso) mentre alla guardia di finanza è stato assegnato il compito di sorvegliare venditori e ambulanti per contrastare il commercio di prodotti contraffatti, a iniziare da cd e merchandising. Venti ore quelle di servizio previste per i mezzi di soccorso, vigili del fuoco e 118. Pedonalizzate poi le strade che vanno dalla stazione al Campovolo del Campovolo, partendo da via Vertoiba e arrivando a via Adua a ridosso. Insomma, tutto è pronto e la musica può iniziare.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto