Paolini è accusato di omicidio stradale, morta la donna di 53 anni investita, grave l’amica

Non era ubriaco l’attore Marco Paolini nel momento in cui ha investito, ieri, due donne. Forse aveva dato un occhio a un messaggio arrivato sul cellulare, ma non lo aveva in mano mentre guidava.

Eppure è affranto per le conidzioni di una delle due donne che ha investito. La vittima è Alessandra Lighezzolo, una signora di 53 anni di Arzignano. La signora lascia il marito Massimo e due figli. Era stata ricoverata in condizioni disperate all’ospedale di Borgo Trento, La vittima era molto conosciuta in paese, perchè titolare di un negozio per bambini e molto attiva in Confcommercio.

Si aggrava, a questo punto, la posizione giudiziaria di Marco Paolini, che diventerà imputato di omicidio stradale.

In prognosi riservata l’amica che guidava

Rimane ricoverata in prognosi riservata, ma non è in pericolo di vita, anche l’amica che era alla guida, di Montecchio Maggiore.

Paolini: “È stata colpa mia”

“È stata colpa mia”, ha detto Paolini, una volta uscito dalla caserma, “mi sono distratto e ho colpito l’auto”.

Pochi minuti prima del tamponamento l’attore, famoso per tante interpretazioni “civili” come quella per Ustica, aveva guardato il cellulare perché aveva ricevuto un messaggio su Whatsapp. Ma ha detto che al momento dell’incidente non aveva il telefono in mano.

Paolini è stato molto collaborativo è stato trattenuto in caserma a Verona sud per un paio di ore, dopo essere stato raggiunto dal fratello e dalla moglie Michela Signori, che tre anni fa lo ha reso padre.

Annullato uno spettacolo a Bologna

L’attore era atteso stasera, giovedì 19 luglio, ai Giardini al Cubo a Bologna, dove doveva portare in scena “Tecnofilò, Technology and me”, ma ovviamente lo spettacolo è stato annullato.

Le notizie del 18 luglio: l’attore indagato per lesioni gravissime

C’è anche l’attore Marco Paolini, che ora è indagato per lesioni gravissime, tra gli automobilisti coinvolti in un grave tamponamento avvenuto nel pomeriggio di ieri, martedì 17 luglio, sull’autostrada A4, tra i caselli di Verona sud e Verona est, nel quale due donne sono rimaste ferite.

La Volvo sulla quale si trovava l’attore avrebbe tamponato, per cause in corso d’accertamento, una Fiat 500 sulla quale viaggiavano le due donne. “È stata colpa mia”, ha detto Paolini agli inquirenti, “mi sono distratto e ho colpito l’auto”.

Una delle ferite è grave

Nell’urto la vettura ha superato la barriera tra le due carreggiate, finendo sulla corsia della tangenziale ovest, che corre a fianco della A4. Difficile l’intervento dei vigili del fuoco per estrarre le 2 occupanti dell’utilitaria. Una di loro è stata portata in ospedale, dove si trova in gravissime condizioni. Secondo quanto si è appreso, Paolini non avrebbe riportato conseguenze, se non uno stato di choc. L’attore è stato sentito dagli agenti della Polstrada per la ricostruzione della dinamica dell’incidente.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto