Bologna: ecco Hal, il chirurgo robot con quattro braccia

Il suo nome è una citazione celebre, Hal, come il computer di “2001: odissea nello spazio”. Ma quello che sembra fantascienza da alcuni mesi al policlinico Sant’Orsola di Bologna è realtà perché Hal è il robot con quattro braccia che dal 19 gennaio scorso ha già compiuto 25 interventi di chirurgia urologica con una media di 3 alla settimana. Inoltre ha anche altri strumenti per combattere patologie come il cancro alla prostata: può effettuare ingradimenti tridimensionali dalle 12 alle 20 volte rispetto alla dimensione originale, ha margini di precisione superiore a tecniche già praticate ed essendo meno invasivo riduce i tempi di ricovero e di recupero.

Il progetto è quello di andare oltre l’urologia

I medici dell’ospedale emiliano stanno già facendo corsi di robotica per imparare a usare Hal, che si cala all’interno del progetto “Prostate Cancer Unit” del giugno 2014 e che è stato noleggiato per un canone di 80 mila euro. E a questo proposito ha detto il direttore generale Mario Cavalli: “Attraverso questo investimento vogliamo garantire ai nostri pazienti le migliori possibilità di cura. Siamo partiti dall’urologia ma progressivamente, attraverso percorsi di formazione dei professionisti, estenderemo questa opportunità a tutte le chirurgie, a partire da quella ginecologica”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto