Alba Parietti: “Un politico mi disse: voglio la tua bocca”

Alba Parietti intervistata, venerdì sera, nella tramissione Confessioni di Peter Gomez su La nove. A proposito delle avances subite da un politico di destra la “Pariettona” ha raccontato: “Non ho mai chiesto favori, nemmeno ad amici potenti. Mio padre diceva “quando ti sei venduto, ti sei venduto per sempre”.

Mi sono trovata in una situazione molto complicata quando la mia carriera era già molto avanti ed ero già affermata. Un direttore di una rete pubblica decide che, senza un motivo, io non devo più lavorare. Un amico, nonostante non avessi mai chiesto nulla in vita mia, mi parla di un politico di destra – non è Berlusconi che sia ben chiaro – che all’epoca andava per la maggiore e aveva un enorme potere. Io lo incontro dicendogli che ero innanzitutto molto mortificata dal dover chiedere proprio a lui un incontro con questo direttore, che speravo di poter avere un chiarimento e che per me il lavoro era la mia vita, la mia identità”.

Cominciò a mandarmi dei messaggi privati

“E questo signore – ha contunato Alba .  dopo tutti questi bellissimi discorsi, la prima cosa che fa è mandarmi dei messaggi privati con dei toni assolutamente imbarazzanti. Mi comincia a corteggiare, mi chiamava principessa. A questo punto questo signore si allarga e mi manda un messaggio più imbarazzante degli altri, mi dice “ho voglia della tua bocca”. A questo punto esplodo e gli dico “senti, lo capisci che dicendo questo tu mi metti in una situazione mortificante? Lui risponde “figurati principessa, vorrà dire che mi presenterai una tua amica”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto