Padova: feto sepolto, fidanzati giovanissimi rischiano l’accusa di infanticidio

Due giovani fidanzati, la ragazza di 17 anni, il ragazzo di 18, sono stati denunciati dopo che i carabinieri, allertati dai medici dell’ospedale del padovano dove la ragazza era giunta con una forte emorragia, hanno scoperto sepolto in un terreno vicino alla sua casa i resti di un feto. La macabra scoperta è avvenuta a Piombino Dese, in provincia di Padova.

La giovane, di origine albanese, era giunta ieri sera all’ospedale di Camposampiero e aveva dato un nome falso. Inoltre aveva un’emorragia in corso e le sue condizioni avevano allarmato i medici al punto da indurli a segnalare la cosa ai carabinieri.

Le verifiche subito avviate dagli investigatori hanno portato stamattina alla scoperta del feto.

aaaacampagna

La ragazza è ancora in ospedale

La giovane si trova ancora in osservazione in ospedale. Indagini sono in corso per valutare l’eventuale coinvolgimento della famiglia della diciassettenne.i. L’accusa potrebbe essere di infanticidio, ma anche di procurato aborto o occultamento di cadavere, a seconda dell’età che i medici legali daranno al feto e dell’esatta dinamica degli eventi.

I medici si sono ben presto convinti che la ragazza aveva abortito. Nelle foto il luogo dove i carabinieri hanno trovato il feto.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto