Trento: truffa al servizio sanitario nazionale, 11 farmacisti in manette

La guardia di finanza di Trento ha bloccato una truffa al sistema sanitario nazionale tramite rimborsi per decine di migliaia di euro per materiale medico, medicinali e false prescrizioni. Sono 11 i farmacisti denunciati per associazione a delinquere finalizzata alla truffa al sistema sanitario nazionale. I farmacisti sono accusati di avere richiesto all’azienda sanitaria rimborsi per la consegna a pazienti di farmaci e presidi sanitari in realtà mai consegnati.

Materiale rivenduto in nero

In realtà il materiale era trattenuto e venduto in nero a terzi. Secondo gli inquirenti, avrebbero anche utilizzato fustelle e codici a barra recuperati da altre confezioni già venduti ad altri clienti. Infine, i farmacisti avrebbero richiesto a decine di pazienti autorizzazioni in bianco per il ritiro di presidi medici, consegnando poi invece quantitativi inferiori chiedendo comunque il rimborso per l’intera quantità. Il tribunale di Rovereto ha disposto il sequestro, per la futura confisca di quasi 44.000 euro, relativi agli indebiti rimborsi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto