Setterosa dopo 12 anni in medaglia, ma è d’argento

Il Setterosa non ce la fa. Stavolta la medaglia è “solo” d’argento. Ma la capitana – Tania Di Mario – che aveva vinto con il Setterosa di Formiconi l’oro di Atene chude il suo ciclo con un argento olimpico che è il secondo trofeo vinto in 12 anni.

Per gli Usa è la seconda medaglia d’oro olimpica consecutiva, metre l’Italia, sempre col Ct Fabio Conti, ai Giochi di Londra 2012, si era classificata al settimo posto. Il progresso non è piccolo.

Tania ora vuol diventare mamma

Tania ora – a 37 anni – ha deciso di ritirarsi, per dedicarsi con la sua squadra – l’Orizzonte Catania – al ruolo di dirigente e soprattutto per dare il via al “progetto mamma”, rinviato in tutti questi anni di garnde carriera.

La parttia con gli Usa – invece – non ha storia. Finisce 12-5 per le statunitensi. Per le azzurre segnano due volte Fderica Radicchi, una volta Roberta Bianconi (che sbaglia anche un rigore), una Giulia Emmolo e l’ultimo gol è – appunto – di Tania D Mario. non segna Arianna Garibotti, autrice di un pokerissimo contro la Russia, in semifinale.

a-contifabio

Conti: “Un miracolo sportivo”

Il Ct Conti fa il punto: “Non si esce col sorriso di una finale olimpica perduta, ma siamo stati molto bravi in questo torneo e, se ce lo avessero detto che giocavamo la finale, non ci avremmo creduto. Questo è un argento che per noi vale moltissimo. Abbiamo fatto un miracolo sportivo”.

Una finale molto difficile per il Setterosa

La finale del torneo di pallanuoto sarà Italia-Stati Uniti. E non sarò facile, perché le giocatrici Usa sono le campionesse olimpiche uscenti (vinsero a Londra nel 2012 la finale la Spagna per 8-5). Il team Usa è anche campione mondiale e stasera ha sconfitto l’Ungheria, campione d’Europa in carica, per 14-10, un risultato che non ammette rimpianti per le sconfitte. Le ungheresi, infatti, hanno inseguito dal primo all’ultimo minuto la squadra Usa e il loro unico merito è stato quello di contenere il punteggio, ma mai hanno dato l’impressione di poter vincere. Ora giocheranno la finale per l terzo e quarto posto contro la Russia, oggi sconfitta dall’Italia.

Il Setterosa, invece, si giocherà la sua finalissima il 19 agosto, alle 20,30 ora italiana.

a-ashley

“Non gochiamo per l’argento”: ha detto Conti, il Ct italiano. Ma giocare per l’oro non sarò facile.

Nella formazione degli Stati Uniti colpisce per la bravura (e non solo per il colore della pelle, visto che è una giocatrice nera) il portiere Ashley Johnson (nella foto qui sopra).

 

Il Ct Conti: “Per i bambini del Gemelli”

Dice il Ct del Setterosa alla vigilia della sfida finale, Fabio Conti (nella foto sopra): “Si realizza il sogno di ogni atleta e ogni tecnico: arrivare a giocarsi la finale olimpica. A testa bassa per la sesta finale. Finora abbiamo compiuto percorso netto. Dalla vigilia mi frulla nella testa l’espressione ‘torneo perfetto’. Finora lo è stato.

 

Il 200° match in panchina per Conti

“La finale – continua il Ct – sarà il mio 200° match in panchina e per questo ringrazio tutte le ragazze che mi hanno regalato qualcosa di straordinario, grazie a prestazioni con tanta personalità e di qualità. Sapevamo che la Russia non sarebbe stata quella incontrata la settimana scorsa. Abbiamo gestito bene la pressione dopo il loro doppio vantaggio e siamo tornati bene, dominando alcune fasi di gioco.

Ho preferito impostare una gara più accorta che sfruttare l’attacco spumeggiante; la difesa mi ha premiato. Le russe hanno segnato in extraplayer solo nel quarto tempo. La dedica è a tutti quelli che ci scrivono e soprattutto ai bambini e allo staff dell’ospedale Gemelli di Roma, che abbiamo visitato prima della partenza e che sentiamo particolarmente vicini”.

L’Italia è già d’oro o d’argento

Un altro oro o argento per l’Italia dei Giochi di Rio. È la venticinquesima medaglia azzurra di queste Olimpiadi. Il Setterosa ha battuto la Russia nettamente per 12-9 e – dopo 12 anni – disputerà una finale olimpica. Arianna Garibotti – 5 gol – è stata straordinaria, ma tutte le altre – Roberta Bianconi, fredda e implacabile sui rigori, il centroboa Rosaria Alessi, il portiere Giulia Gorlero, la capitana Tania Di Mario, il difensore Federica Radicchi – sono state ottime contro le russe.

“Avevamo il sogno di giocare la finale – dice il Ct Fabio Conti (nella foto in basso) – e ora, dopo un quarto d’ora di festeggiamenti, cominceremo a pensare alla finalissima. Oggi le nostre sono state più brave del solito, perché – sotto di due gol dopo 2 minuti – potevano sentirsi tagliare la gambe, ma hanno reagito benissimo”.

Il Setterosa è atteso – fra 48 ore – per la finale dalla vincente tra Stati Uniti e Ungheria.

 

La scommessa con Tania Di Mario

Poi Conti fa una rivelazione: “Ho una scommessa in corso con Tania Di Mario, ma non dico quale. Tania forse è alla sua ultima Olimpiade, perché ha altri progetti, ma non diciamo niente più”. Diciamo che l’oggetto della scommessa si può anche capire. “Ora – conclude Conti – cerchiamo di dare il massimo in finale”.

Per la cronaca l’ultima medaglia azzurra nella pallanuoto femminile fu quella d’oro dei Giochi olimpici di Atene.

La partenza horror del Setterosa

Partenza horror del Setterosa nella semifinale contro la Russia. Dopo soli 2 minuti di gioco, infatti, le ragazze di Conti si trovano sotto 2-0. Nel girone di qualificaizone le russe sono state battute facilmente dall’Italia: 10-5, la partenza quindi spiazza particolafrmente le italiane, che con due gol di Arianna Garibotti riescono a pareggiare i conti.

Il Setterosa spreca, però, due superiorità e il primo tempo finisce sul 2-2, ma all’inizio del seocndo tempo la Tabani sfrutta, finalmente, una superiorià numerica e porta le azzurre avanti 3-2.

Subito dopo arriva un fallo delle russe sul centroboa Aiello: è rigore. Al tiro va Roberta Bianconi e Italia avanti 4-2. La strada è ancora lunga ma l’horror sembra finito. In porta Giulia Gorlero fa la sua parte e para palloni importanti.

a-federica

Zona totale e zona M

L’Italia di Conti alterna la zona totale a tutto campo, alla zona M che è più efficace in difesa, ma le russe non sono certo disposte a lasciarsi sfuggire la partita. Raggiungono, quindi, il 4 pari. Ma neanche alle italiane va bene farsi rimontare. Ci pensano la Garibotti e Federica Radicchi (nella foto sopra) a portare il Setterosa sul 6-4. Il secondo tempo finisce così, ma la partita è ancora lunga. Ma all’inizio del terzo tempo arriva il poker della Garibotti: 7-4 per il Setterosa. E, sempre nel terzo tempo, ci pensa la capitana Tania Di Mario a segnare l’ottova gol. Il Ct Conti continua a predicarela calma alle sue ragazze.

a-acquarosa

Dodici anni dopo, le italiane ci riprovano

Dodici anni dopo il Setterosa torna in una semifinale olimpica. È tra le prime quattro squadre al mondo. Ai Giochi di Londra le italiane si erano fermate al settimo posto.

Oggi le ragazze di Conti, che ieri hanno liquidato la Cina, si troveranno di fronte in semifinale la Russia: in palio c’è l’accesso alle medaglie più pregiate. Diretta tv – sui canali Rai dedicati alle Olimpiadi – alle 17,20 (in Brasile si gioca alle 12,20).

 

La vittoria rassicurante contro la Cina

Nel quarto tempo hanno segnato ancora Tania Di Mario (doppietta stasera, dopo alcune incertezze), Bianconi (su rigore, così accumula una tripletta), Teresa Frassinetti e Rosaria Aiello.

“C’è un’aria positiva, continuiamo così – dice il Ct Conti – che avverte di non sottovalutare la Russia, avversaria della semifinale a cui parteciperà l’Italia. – “Hanno battuto la Spagna, non è poca cosa”, conclude. La semifinale si gioca domani, mercoledì 17 agosto. Il gioco si fa duro, ma a questi livelli è inevitabile, anche se è soddisfacente per le ragazze del Setterosa essere arrivate fin qui.

L’altra semifinale sarà Stati Uniti-Ungheria.

a-arianna

Inizio difficile nel primo tempo

Inizio difficile per il Setterosa nel quarto di finale contro la Cina. Italiane e cinesi si conoscono bene perché la squadra allenata da Riccardo Azevedo si è allenata in Italia in vista delle Olimpiadi di Rio. Non a casa perché il Ct brasiliano dlele cinesi, è stato per quattro anni (dal 2007 al 2011) l’allenatore del Camogli.

Comunque la prima rete è di Arianna Garibotti, pareggiata però dalle cinesi che chiudono il primo tempo sull’1 a 1, grazie anche a diversi errori del Setterosa, a partire da quelli – inusuali – della capitana Tania Di Mario, stranamente stasera imprecisa al tiro.

Ma il secondo tempo assicura un vantaggio sensibile alle italiane. Segna due volte Giulia Emmolo e una Roberta Bianconi. Si va sul 4-1, ma il seocnod tempo si chiude con le cinesi che accorciano la distanza: è 4-2 e tutte al riposo.

a-acquapalla

Il terzo tempo con le azzurre protagoniste

Il terzo tempo inizia con le cinesi all’attacco. E, infatti, il primo gol è il loro, che accorciano le distanze e si portano sul 3-4. Ma l’Italia riprende saldamente il comando delle operazioni. Segna ancora Roberta Bianconi: è la rete del 5-3, poi un difensore Federica Radicchi, con un gran tiro dlala distanza, le cinesi si portano sul 4-6 sfruttando la superiorità numerica, proprio grazie all’espulsione dlela Radicchi.

Ma arrivano due gol del Setterosa: prima di Arianna Garibotti e poi di Tania Di Mario che finalmente si sblocca e segna il seocndo gol di quesot suo torneo olimpico.

Chi vince accede alla semifinale contro la Russia

Nuovo impegno la notte prossima con il Setterosa impegnato in una partita da quarti di finale contro la Cina. Chi vince va in semifinale e, quindi, in zona medaglie.

C’è stato, ieri, ancora un cambio di orario per questa sfida, il secondo in 12 ore. Italia-Cina per ragioni televisive si giocherà alla mezzanotte e 40 italiana tra lunedì e martedì, le 19,40 locali. I tifosi del Setterosa sono chiamati a fare le roe piccole. Ma con fiducia in questa squadra del Ct Conti, che a Rio sta dando il meglio.

La prima semifinale Usa-Ungheria

Intanto si è stabilita la prima semifinale di questi Giochi. Sarà Stati Uniti-Ungheria. Per quanto riguarda l’Italia, la Russia ha battuto per 12-10 la Spagna. Quindi le russe incontreranno la vincente del match tra l’Italia e la Cina.

 

La terza partita consecutiva vinta

Terza partita del Setterosa e terzo impegno affrontato con animo positivo. Le italiane contro la Russia conclusiono il primo tempo sul 5-3, nonostante un rigore parato a Tania Di Mario.

Segnano una doppietta, invece, sia la Bianconi che la Garibotti (nella foto in basso), che conferma l’ottima condizione.

Arrivate al terzo tempo, le azzurre conducono per 8-4, ancora una rete della Bianconi, che realizza così una tripletta.

Il quarto set si apre con la Emmolo

L’apertura del quarto set si apre con la conquista della palla da parte di Tania Di Mario, che lancia Giulia Emmolo, che a sua volta segna un rete di qualità squisita con un lungolinea: è 9-4. E il decimo gol arriva dalla Queirolo. Ora, a pochi minuti dalla fine, il dominio delle azzurre di Fabio Conti è incontrastato.

Ancora una buona prova del portiere del Setterosa, Giulia Gorlero, che a due minuti dalla fine lascia il posto alla sua vice, l’esordiente ai Giochi, Laura Teani.

È lei a subire il gol del 10-5.

La prossima partita del Setterosa, ora primo nel girone, sarà a Ferragosto, probabilmente contro la Cina, per un quarto di finale che si annuncia appassionante.

 

Italia-Australia finisce all’ultimo minuto

È stata una bella partita, vinta dall’Italia per 8-7 nell’ultimo minuto. Ma le cose non ernao iniziate così.

Il Setterosa, infatti, nel primo tempo si era portato in vantaggio per 3-0, con reti di Arianna Garibotti (nella foto in basso, alle fine segnerà tre reti), Giulia Emmolo e Elisa Queirolo.

Rimonta delle australiane e il primo tempo finisce 4-2 per la squadra di Fabio Conti.

 

La rimonta aussie

Ma le secondo tempo le australiane rimontano fino al. 4 pari. Rosaria Aiello segna la rete del 5-4, ma le avversarie riescono a rimontare ancora, portandosi sul 6 pari.

La rete della vittoria a 49″ dalla fine

Setterosa ancora avanti con un 7-6 segnato dalla ventiduenne Chiara Tabani, che l’anno prossimo giocherà nella squadra campione di Spagna. Arriva nel quarto tempo un nuovo pareggio, ma negli ultimi seocndi segna la rete della vittoria Roberta Bianconi a 49 secondi dalla fine.

E a 47 secondi dal fischio finale la portiera Giulia Gorlero salva la vittoria e anche lei – come il Ct Conti – dice “Non abbiamo fatto niente, attendiamo la Russia adesso”. E Conti chiosa: “Ottima partita, ma sono sette finali, si devono vincere una alla volta. Ora le giocatrici riposano e fanno defatigamento, poi c’è la Russia”.

 

 

Già due vittorie del Setterosa

Il Setterosa ha iniziato bene il girone olimpico, ora la squadra del Ct Fabio Conti, apparso fin qui molto sereno, deve continare per il meglio.

Contro il Brasile la partita d’esordio delle ragazze di Conti è finita 9 a 3 per le azzurre. Anche l’Australia è a 2 punti, come l’Italia e la Russia (con una partita in più) che ha battuto il Brasile per 14-7.

a-asetterosa

 

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto