Disability Pride, oggi la conferenza stampa: “Made in Italy, stop alle barriere”

Disability Pride Italia: l’edizione 2018, al suo terzo anno, sbarcherà a Roma, in Piazza del Popolo, il prossimo 15 luglio dopo le tappe di Palermo e Napoli e oggi, martedì 19 giugno, a partire dalle 16, i contenuti saranno annunciati nel corso di una conferenza stampa convocata all’Hotel Nazionale, in piazza Montecitorio. “Interventi concreti e prioritari per restituire dignità ai cittadini che vivono in una qualsivoglia condizione di disabilità”, è la richiesta di accademici e protagonisti del terzo settore alle istituzioni.

“Come per gli animali”

In particolare, il focus sarà puntato contro la “distrazione delle grandi firme della moda made in Italy”. Nel comunicato che anticipa la conferenza stampa si legge: “‘Tu qui non puoi entrare’. Il cartello che si vede davanti alle entrate di alcuni pubblici esercizi è riferito ai cani, ma molti sono i negozi con gradini all’ingresso, che esprimono un identico messaggio a chi si trova in sedia a rotelle.

“Messaggio incivile”

“Un messaggio incivile proposto nella grande maggioranza dei luoghi in Italia, anche nei pubblici esercizi e servizi, dall’Ufficio Raccomandate delle Poste centrali di Roma alla stazione ferroviaria urbana di Trastevere” prosegue la nota della onlus che ha creato il Disability Pride. “E se il trasporto pubblico è un miraggio, le destinazioni sono altrettanto inospitali. Le uniche spiagge accessibili su centinaia di chilometri di litorale in Lazio si devono al duro lavoro delle associazioni di volontariato, e solamente la Piscina delle Rose (Eur) è dotata di sollevatore nell’intero territorio della capitale; neppure i medici di base sono tenuti a garantire l’accessibilità dei loro studi”.

Documento di sollecito

La barriere architettoniche, nella capitale, sono state censite dalle “truppe carrozzate” del Disability Pride lo scorso 28 febbraio. “A 100 giorni da tale manifestazione”, conclude il comunicato, “gli organizzatori del Disability Pride presentano allora un documento di sollecito, stilato dal Codacons, per chiedere alle grandi firme di rimuovere le barriere architettoniche dai loro negozi, e presentano i video girati in quell’occasione dai filmaker del Centro Sperimentale di Cinematografia”.

Chi partecipa

Alla conferenza stampa saranno parteciperanno Carmelo Comisi (presidente Disability Pride onlus), Daniele Segre (Csc, docente e coordinatore del corso di reportage audio visivo), Marco Ramadori (presidente Codacons), Alessandro Gerardi (avvocato dell’associazione Luca Coscioni), Piergianni Medaglia (università di Tor Vergata, docente e coordinatore Caris), Giuseppe Trieste (presidente Fiaba) e Caterina D’Amico (Csc, preside della scuola nazionale di cinema).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto