Salasso elettricità, i consumatori: “Bollette più care del 30%”

La previsione d’inizio anno si è avverata: con la riforma del mercato elettrico che interessa 30 milioni di cittadini, i consumatori sono bersagliati dagli aumenti fino a un terzo delle bollette. Lo denunciano Federconsumatori e Adusbef: “Una vera catastrofe per i bilanci familiari, già duramente messi alla prova dalla grave situazione economica e da una ripresa del sistema economico che tarda ad arrivare”.

aaabollette02

Il nuovo sistema tariffario

Il nuovo sistema tariffario, approvato dall’Autorità dell’energia, nella sostanza elimina la progressività e introduce oneri a componente fissa. L’obiettivo sarebbe stato quello di valorizzare i consumi virtuosi e di combattere gli sprechi, ma finora sembra proprio non essere stato raggiunto. Lo testimonia la lettera di una donna alle associazioni di consumatori.

aaabollette03

“Pago 34 euro per una casa in cui non vivo”

“Ho letto con grande sorpresa gli importi riportati nella bolletta che mi è arrivata per i consumi elettrici di una seconda casa nella quale non metto piede da mesi”, ha raccontato. “A fronte di un consumo pari a 0, dovrò pagare 34,45 euro (per gennaio e febbraio). A dicembre ho pagato, per un consumo quasi pari a zero, 13,77 euro (per un mese). Mi chiedo il perché di questo aumento assurdo. D’ora in poi meno consumerò più pagherò? Chi avrebbe dovuto informarmi? E meno male che si chiama servizio di maggior tutela”.

Gli aumenti secondo l’Aeegsi

In merito ai rincari, i conti li ha fatti l’Aeegsi (Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico): per il 2016 sono dello 0,9%, dunque 11 euro circa all’anno e dovrebbe scendere allo 0,09 e 0,86 per il 2017 e 2018. Ma Federconsumatori e Adusbef non sono d’accordo: “I cittadini in balia di nuovi aumenti, pratiche commerciali scorrette e abusi, essendo queste, a oggi, le caratteristiche peculiari del mercato libero del nostro Paese”.

“Urgente arginare i salassi”

La richiesta di Federconsumatori e Adusbef all’Aurorità è chiara: “Deve adottare al più presto provvedimenti utili ad arginare” i salassi in bolletta. A iniziare dal bonus sociale, complicato e oscuro, per le associazioni, al punto che dei 3,5 milioni di aventi diritto, ne beneficiano solo 900.000 persone.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto