È morto il regista Tonino Zangardi, “Quando corre Nuvolari”, il suo ultimo film

È morto il regista Tonino Zangardi.
Nato a Roma il 23 aprile del 1957, Zangardi era malato da qualche tempo, conferma all’Agenzia Ansa il fratello Marco.

Regista, sceneggiatore, aveva firmato film delicati e poetici. Allullo Drom (nella foto qui sopra un’inquadratura), il suo primo film con Isabella Ferrari, Claudio Bigagli, Massimo Bonetti tra gli altri, raccontava di un mondo gitano nella provincia toscana.

La tematica dei rom torna al centro anche di un altro film qualche anno dopo, Prendimi e portami via (2003) con Valeria Golino e Rodolfo Laganà. Tra le sue opere: L’ultimo mundial con Angelo Orlando, Ma l’amore… sì! (2006) con Anna Maria Barbera e Andrea Tidona, il noir Sandrine nella pioggia (2008) con Sara Forestier, Adriano Giannini, L’esigenza di unirmi ogni volta con te (2015) con Claudia Gerini e Marco Bocci.

La vita privata di un campione dell’automobilismo

L’ultimo film, Quando corre Nuvolari, raccontava coraggio, follia, vita privata del campione di automobilismo, interpretato dall’italo-inglese Brutius Selby.
Per la tv aveva diretto Sergio Assisi nella miniserie Zodiaco.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto