Torino, crolla una scena della Turandot, due artisti del coro feriti: “È venuta giù la luna”

Due artisti del coro del Teatro Regio di Torino, impegnati nella recita della Turandot, sono stati feriti ieri sera dal crollo di un elemento di scena. L’incidente è avvenuto alla fine del secondo atto. L’esecuzione dell’opera è stata interrotta e il pubblico invitato a lasciare la sala, mentre personale del 118 prestava i primi soccorsi ai due coristi. Trasportati in codice giallo in ospedale, le loro condizioni non sembrano gravi.

I due coristi feriti sono una donna, ricoverata all’ospedale Cto, e un uomo, che un’ambulanza del 118 ha portato al San Giovanni Bosco.

“Si è chiuso il sipario e abbiamo sentito un tonfo – raccontano alcuni colleghi dei due feriti – poi urla e un fuggi fuggi generale. La paura è stata grande: abbiamo pianto”.

Forse colpiti da una grande palla in polistirolo

Secondo le prime informazioni, i due coristi sono stati colpiti da una parte alta della scenografia dell’opera, diretta dal maestro Gianandrea Noseda per la regia di Stefano Poda, forse una grande palla di polistirolo. Sul posto, con il 118, sono intervenuti anche i vigili del fuoco e la polizia.

“Ci auguriamo non sia nulla di grave e che tutto si risolva nel migliore dei modi, come lascia auspicare il codice giallo”: ha affermato un portavoce del Teatro Regio di Torino sull’incidente di scena di questa sera. “È da valutare – aggiunge – se lo spettacolo di venerdì 19 gennaio potrà andare in scena. Effettueremo tutte le verifiche del caso per capire cosa sia accaduto. Ora però ci preoccupiamo per i feriti”.

Le condizioni dei due feriti

Ha riportato un trauma cranico, non commotivo, la corista del Teatro Regio di Torino ricoverata all’ospedale Cto. La donna, secondo quanto si apprende da fonti sanitarie, è sveglia e cosciente. Il secondo corista ferito, un uomo, è stato ricoverato in codice giallo all’ospedale San Giovanni Bosco. Anche le sue condizioni non dovrebbero essere gravi.

“Parlano? Meno male…”, tira un sospiro di sollievo uscendo dal teatro il maestro Gianandrea Noseda, che dirigeva l’orchestra.

Orchestrale: ” La sicurezza era verificata”

“È venuta giù la luna, una mezza sfera appoggiata su un vassoio tenuto da quattro tiranti. E i tiranti hanno ceduto. Un incidente così non capitava da anni”: queste le parole di Pierluigi Filania, rappresentante sindacale Fials e orchestrale del Teatro Regio di Torino. “Domani chiederemo una relazione dettagliata su quanto è accaduto – aggiunge -. Per quanto sappiamo, i controlli di sicurezza erano stati fatti. Viene sempre stilato un documento di valutazione del rischio, sia per quanto riguarda le strutture sia per il personale. Il rischio viene valutato e discusso. C’erano tutte le norme ritenute idonee e la commissione provinciale era venuta”.

Sovrintendente: “Davvero dispiaciuti'”

“Siamo davvero dispiaciuti per questo incidente, l’unica notizia buona è che i due coristi feriti non sembrano gravi: dichioara all’Agenzia Ansa Walter Vergnano, sovrintendente del Teatro Regio di Torino, parlando dei due coristi feriti. “Sono in auto con la sindaca Appendino e con l’assessora alla Cultura Leo – aggiunge Vergnano – siamo stati all’ospedale Cto e abbiamo constatato che la nostra corista non ha avuto un incidente grave. Ora stiamo andando all’altro ospedale e sappiamo che il secondo corista ferito è lucido”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto