Meteo: temperature rigide a causa dei venti e a Natale si riaffaccia la neve

Freddo pungente sull’Italia. La terza settimana di dicembre è caratterizzata da un clima decisamente freddo a causa dei venti prima di tramontana e poi di bora e grecale che soffieranno su tutte le regioni. Questa l’analisi degli esperti del sito IlMeteo.it. Questo perché è discesa aria fredda dal Nord Europa. La pressione, tuttavia, è in graduale aumento su tutti i settori, salvo una fase più instabile tra oggi, lunedì 18 dicembre, e domani.

Instabile su Toscana e Sardegna

Una temporanea e veloce bassa pressione si porta infatti rapidamente verso la Sardegna. Tempo che peggiora nel corso del pomeriggio su Toscana e poi Sardegna con precipitazioni nevose a quote collinari. Bel tempo prevalente altrove. Venti di Bora da domani, responsabili tra l’altro di molte nubi e precipitazioni su Sardegna orientale e medio Adriatico.

Il peggioramento previsto

Tra il 20 e il 24 dicembre l’alta pressione, alimentata da venti più freschi nordorientali, avanza verso il Paese. Clima freddo con poco nuvoloso su gran parte delle regioni, salvo qualche addensamento in più sulla Sicilia e in confini alpini esteri, qui con neve fino a valle. A ridosso di Natale, infine, è previsto un peggioramento che potrebbe portare neve anche a quote basse.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto