“D’amore d’autore”: ecco il 40° Cd di Gianni Morandi (con Ligabue, Levante, Elisa)

Da oggi è in vednita il nuovo album di inediti per Gianni Morandi, che raggiunge così quota quaranta lavori da studio dati alle stampe nel corso della sua carriera. Ieri sera il cantante ha presentato un’anticipazione a X Factor, dove è stato anche un giurato aggiunto, salvando Rita, una delle finaliste.

Il titolo dell’album è “D’amore d’autore”

Il titolo è “D’amore d’autore” e il cd racchiude una scaletta di canzoni che per l’occasione Morandi ha commissionato a diversi autori della scena italiana.

“Quando ho concluso l’esperienza incredibile del tour con Baglioni – ha detto il cnatante di Monghidoro – ho pensato che avevo ancora voglia di cantare e di farlo cantando d’amore. Non volevo però trovarmi a farlo solo con le canzoni del mio repertorio e così ho pensato di inventarmi qualcosa. Mi sono trovato a pranzo a mangiare tortelli di zucca con Claudio Maioli (manager di Ligabue, ndr) e così è nata la proposta di far scrivere un brano a Luciano”.

L’esperimento ha dato i suoi frutti con la canzone che nel nuovo album ha preso il titolo di ‘Dobbiamo fare luce’, così che Morandi si è convinto a proseguire sulla stessa linea, coinvolgendo altri autori.

Coinvolti anche Fossati, Elisa e tanti altri autori

“In tanti anni ho cantato quasi tutti i principali autori italiani – ha aggiunti Morandi – così ne ho coinvolti di nuovi che per me hanno scritto brani parlando d’amore, ma a modo loro. Ho spiegato a tutti che volevo delle canzoni che non fossero scritte per Gianni Morandi”.

Ci sono anche pezzi di Ermal Meta e Levante

E così il cantante emiliano, classe 1962, ha telefonato a Ivano Fossati che per lui ha confezionato ‘Ultraleggero’, a Elisa per ‘Se ti sembra poco’, ma anche a Giuliano Sangiorgi che ha scritto ‘Che meraviglia che sei’ e a Paolo Simoni per ‘Lettera’. Alcuni nomi degli autori chiamati in causa da Morandi arrivano anche dall’ultimissima scena della musica italiana, a partire da Tommaso Paradiso e fino a Ermal Meta, passando da Levante, rispettivamente le penne che hanno scritto ‘È una vita che ti sogno’, ‘Un solo abbraccio’ e ‘Mediterraneo’.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto