Concussione: arrestato funzionario del ministero dello Sviluppo economico

I carabinieri del nucleo investigativo di Roma hanno arrestato un funzionario del ministero dello Sviluppo economico. L’uomo, 51 anni, è accusato di concussione perché, secondo gli inquirenti, si faceva pagare da stranieri per agevolare il riconoscimento di titoli o qualifiche professionali conseguiti all’estero.

Fino a 1.200 euro a pratica

A far partire l’indagine è stata una denuncia legata a una segnalazione dell’ambasciata di Romania. Da qui i carabinieri hanno ricostruito che il funzionario, “abusando della sua qualità e dei suoi poteri”, contattava “sistematicamente, con finalità concussive, gli stranieri richiedendo somme in denaro che arrivavano a 1.000-1.200 euro a ‘pratica’, quale compenso per ottenere la favorevole definizione del procedimento amministrativo”.

Denaro versato via money transfer

Il denaro veniva pagato attraverso agenzie di money transfer. Quindi, via posta elettronica, la “pratica” veniva definita non senza chiedere la distruzione dei messaggi. Otto gli episodi contestati ai danni di cittadini romeni.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto