Palermo: licenziato, spara e uccide due colleghi, arrestato

Sarebbe stata la vendetta ad aver armato la mano di Francesco La Russa, 49 anni, ex dipendente di una ditta che lavora una cava di Travia, in contrada Giardinello, provincia di Palermo, già sequestrata alla mafia e ora in amministrazione giudiziaria. L’uomo, infatti, era stato licenziato e si trovava un gravi difficoltà economiche.

Così si è presentato su quello che è stato il suo posto di lavoro con un’arma da fuoco e ha ucciso due persone, un operaio e il direttore della cava. È accaduto in tarma mattinata e l’uomo è già stato arrestato dalla polizia con l’accusa di duplice omicidio. Gli uomini colpiti da La Russa sono morti subito, vani i tentativi di soccorrerli.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto