18 anni al fidanzato per la morte di Federica, la ragazza del lago

Era il 2 novembre del 2012 quando Federica Mangiapelo, 16 anni, uscì di casa per un appuntamento con il fidanzato, Marco Di Muro, 21 anni e non vi fece più ritorno. Era la notte di Halloween. Fu trovata morta sulla riva del lago di Bracciano e ci si chiese a lungo il perchè.

 

aaaafedericabis

Una condanna a 18 anni

Ieri Di Muro è stato condannato a diciotto anni di reclusione per omicidio volontario aggravato dal gup di Civitavecchia.

La sentenza, emessa dal gup di Civitavecchia Maresca dopo oltre 3 ore di camera di consiglio, è andata oltre le stesse richieste del pm Eugenio Rubolino, che per Di Muro voleva una condanna a 16 anni di reclusione. Secondo l’accusa, il giovane avrebbe ucciso la fidanzata al culmine di una lite, probabilmente per motivi di gelosia. Di Muro l’avrebbe prima strattonata, facendola cadere a terra, e poi annegata tenendole la testa sott’acqua. Il ragazzo ha sembra negato ogni responsabilità, dicendo di aver fatto ritorno a casa, dopo averla lasciata, quella sera, poco distanre da casa sua. Ma non gli hanno creduto.

 

Ci sarà l’appello…

“Le sentenze si rispettano e s’impugnano nelle sedi superiori”: questo il commento degli avvocati avvocati Cesare Gai e Massimo Sciortino, difensori di Marco Di Muro. “Vedremo alla fine come si concluderà questa storia”, hanno aggiunto, annunciando di fatto il ricorso in appello.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto