Padre dimentica la figlia di un anno chiusa in auto, la piccola muore

Una bambina di un anno è morta oggi dopo che il padre l’aveva dimenticata in auto nel parcheggio dello stabilimento dove lavora, nel Pisano. Si tratta di un’azienda di componentistica auto, che si trova vicino alla base militare dell’esercito statunitense di Camp Darby, non lontano da Livorno.

Sul posto sono accorsi polizia e carabinieri, insieme al personale del 118 e ai vigili del fuoco. L’allarme è scattato intorno alle 16 ma quando sono arrivati i soccorritori la bambina, che tra pochi giorni avrebbe compiuto un anno, era già morta.

 

Il padre sotto choc

È sotto choc il padre della bambina morta oggi nell’auto lasciata al sole nel parcheggio dello stabilimento nel quale lavora, nel Pisano. Sul posto polizia e carabinieri stanno tentando di ricostruire la dinamica dei fatti, ma le informazioni sono ancora frammentarie.

Secondo quanto si è al momento appreso la famiglia vive a Pisa, anche se è originaria del Grossetano. L’uomo è un ingegnere ed è attivo da anni nel Pd locale dove ha anche ricoperto l’incarico di segretario di circolo. La piccola era la secondogenita.

 

La prima ricostruzione

A quanto si è saputo l’ingegnere, nella mattinata di venerdì 18 maggio, si è recato al lavoro, dimenticandosi di portare la figlia all’asilo. La piccola era addormentata nel seggiolino della macchina. Arrivato nell’area di sosta dell’azienda ha parcheggiato, è sceso ed è andato regolarmente al lavoro.

 

L’allarme l’ha dato la moglie

È stata la moglie a dare l’allarme quando, poco dopo le 15, andando a prendere la bambina all’asilo, ha scoperto dalle educatrici che la piccola non era mai arrivata. Pochi minuti dopo, nel parcheggio dell’azienda, la tragica scoperta.

Aperta un’inchiesta

Sulla morte della bambina è stata aperta dalla procura di Pisa un’inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Giancarlo Dominijanni.

Le indagini sono state affidate au carabinieri. Il corpo della piccola è stato trasferito all’istituto di medicina legale per l’autopsia.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto